in

Social Trekking 2014, a Torino si cammina insieme il 5 e il 6 aprile

Cultura, natura e socialità: sono questi gli ingredienti di “Social Trekking 2014”, la rassegna che propone escursioni e camminate a piedi a Torino sabato 5 e domenica 6 aprile.

Promosso da Walden viaggi a piedi, grazie alla collaborazione con Viaggi Solidali, Passobarbasso e Camminarelentamente e tante altre realtà del territorio, il festival del Social Trekking torinese propone passeggiate migranti, camminate a sorpresa ed escursioni alla scoperta delle colline sabaude a ritmo lento.

trekking urbano

L’iniziativa a basso impatto ambientale – il solo mezzo che si potrà usare all’occorrenza è l’autobus – è nata anche con l’intento di favorire la socializzazione (tanto che è stato anche pensato l’hashtag #stt2014 per condividere i momenti del percorso).

Tutte le escursioni sono gratuite, ma è necessario prenotarsi sul sito ufficiale.

La mattina del sabato il ritrovo è nella piazza davanti a “Luoghi comuni”, la cohousing sociale in via Clemente Priocca 3; sono previste ben quattro partenze per questa prima “passeggiata migrante”: alle 9:30 e alle 10 per i torinesi della città, e alle 11 e 11:30 per chi viene da fuori. In attesa dell’inizio della camminata, sarà possibile intrattenersi tra le bancherelle del Mercato di Porta Palazzo e quelle dell’antiquariato.

Dopo il pranzo, da gestire in assoluta libertà, cominciano le cosiddette “passeggiate a sorpresa”, dove i volontari del Social Trekking faranno conoscere ai partecipanti angoli curiosi o poco noti della città. Sul sito è possibile consultare l’elenco completo e aggiornato delle possibilità. A partire dalle 16 sarà allestito al Sermig uno spazio libero per conoscere più da vicino le varie associazioni coinvolte; alle 20 è anche in programma una cena gestita dai volontari del centro al prezzo di 20 euro.

E la domenica? Il programma prevede una camminata di dieci chilometri per raggiungere il colle di Superga, a 300 metri di altitudine, con una particolarità: chiunque potrà unirsi ai viandanti o abbandonare il percorso quando lo ritiene opportuno. Tra le tappe previste: il Monte dei Cappuccini, il Museo della montagna – meta ideale per chi ama l’escursionismo -, gli argini del Po, l’associazione dell’Orto dei ragazzi, la Chiesa di Superga (presso la quale si consumerà il pranzo al sacco, che potrà essere acquistato al prezzo di 7 euro e fatto portare direttamente sul luogo grazie alla partnership con Ciclocucina). Ad allietare il viaggio ci penseranno letture, musica ed ospiti.

Per quanti desiderano visitare Torino nel fine settimana del 5 e 6 aprile, c’è anche la possibilità di trovare un alloggio ad un prezzo calmierato rendendo noto ai gestori di essere tra i partecipanti dell’iniziativa.

Allora, cosa aspettate ad armarvi di scarponcini da trekking e abbigliamento comodo?

Per informazioni, visita il sito ufficiale.

(fonte: Il Fatto Quotidiano; autore dell’immagine principale: Raffaele Sergi, da Flickr.com)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Ballarò

Anticipazioni Ballarò 1° aprile: Il Senato, la nuova frontiera di Renzi

Marek Hamsik

Mercato, Juventus: Hamsik per il post Pogba?