in

Sofia Loren recita di nuovo e viene diretta da suo figlio Edoardo

Dal 2010, anno in cui recitò nei panni di sua madre nel film tv intitolato La mia casa è piena di specchi Sofia Loren sembrava aver deciso di concedersi una lunga e meritata vacanza. Dopo quest’ultima fatica, infatti, non si è più sentito dire che l’attrice italiana, una delle più famose al mondo, fosse al lavoro dietro una macchina da presa, tanto che i più pensavano che si stesse dedicando ad altro e avesse lasciato la professione, ma, invece, proprio in questi giorni, la Loren è tornata a recitare all’interno di un progetto del figlio Edoardo che, dimenticati i rapporti di parentela, la dirige sapientemente cercando di tirarne fuori il meglio.

loren diretta dal figlio edoardo

Di quale progetto si tratta? Pare che il regista, che ha sempre descritto l’arte di sua madre con parole più che lusinghiere, dicendo che Sofia è: “un’attrice fuori del comune, dotata dell’apertura mentale di una ragazza. Non ha perso la voglia di lavorare, ignora il cinismo ed è sempre pronta ad affrontare un film come se fosse il primo”, voglia riproporre, in una veste completamente nuova, La voce umana, film che si ispira ad un testo teatrale di Cocteau e che ha visto Anna Magnani interpretarlo al meglio, a teatro.

Mentre, però, Sofia Loren ed il figlio Edoardo stanno girando fra Roma, Napoli ed Ostia per le blindatissime riprese del film, su internet si sta scatenando un dibattito che riguarda le idee del regista in merito al soggetto da rappresentare. Se tutti, infatti, si dicono contenti del ritorno dietro alla cinepresa della Loren in molti si dicono preoccupati per il passo azzardato che potrebbe farle fare il figlio dandole in mano qualcosa che per anni ha commosso tutti con una determinata rappresentazione e che, ora, secondo quanto si vocifera, riproposto completamente in napoletano, potrebbe perdere la sua forza. Sarà vero? Secondo altri, Edoardo, sa il fatto suo. Il figlio della Loren non p diventato regista per le raccomandazioni della mamma o per il nome che portava tanto che i sostenitori di tale tesi, oltre a non vedere l’ora che il tutto sia finito, pronto e confezionato per il grande pubblico, ricordano ai vari detrattori come il regista con il cortometraggio intitolato Il turno di notte lo fanno le stelle, sia arrivato a sfiorare l’Oscar.

photo credit: thefoxling via photopin cc

photo credit: olebrat via photopin cc

woityla santo

Papa Woityla e Papa Roncalli sono santi: Papa Francesco ha firmato la proclamazione

i cesaroni

Inchiesta diplomi venduti: numerosi i vip coinvolti da Micol Olivieri de “I Cesaroni” e l’attaccante dell’Avellino, Gianmarco Zigoni