in

Sogni: secondo la Scienza la loro qualità dipende dalla chimica

Secondo le ultime ricerche e gli studi effettuati sui sogni e, in particolare, sulla fase Rem, questi non sarebbero frutto dell’ozio, come sosteneva William Shakespeare, anzi, la loro qualità dipenderebbe dalla chimica. Ecco cosa dice la Scienza in merito.

Uno studio tutto italiano condotto all’Ospedale Niguarda di Milano, al Cnr di Genova, all’Università dell’Aquila e al Dipartimento di Psicologia dell’Università Sapienza di Roma, dimostrerebbe che la corteccia motoria, ovvero quell’area del nostro cervello adibita ai movimenti, è attiva anche quando sogniamo. Lo studio è stato condotto monitorando e registrando l’attività intracerebrale e ha evidenziato un’attività elettrica del tutto simile alla fase di veglia. Lo studio, pubblicato su Annals of Neurology, apre la strada a nuove ricerche nei confronti dei disturbi del sonno e, in particolare al Disturbo comportamentale in sonno rem, la cui peculiarità principale risiede nella comparsa di movimenti involontari o agitati durante la fase dei sogni.

Un altro studio sempre sul cervello e, nello specifico, sui sogni, condotto da una squadra di ricercatori dell’Università dell’Aquila, del dipartimento di Psicologia dell’Università Sapienza di Roma e del dipartimento di Neurologia clinica e comportamentale dell’Irccs Santa Lucia di Roma ha dimostrato che il neurotrasmettitore conosciuto con il nome di dopamina influenza sensibilmente l’attività onirica. Come modello scelto per lo studio, i ricercatori si sono avvalsi del Morbo di Parkinson, la cui caratteristica principale è un deficit di dopamina che viene controbilanciata con la somministrazione di farmaci specifici. La ricerca, condotta su 27 pazienti, ha evidenziato come il dosaggio dei farmaci contenenti dopamina fosse direttamente proporzionale alla lucidità dei sogni. Luigi De Gennaro, professore di Psicobiologia de La Sapienza, ha dichiarato: “Tra i prossimi passi capire quali sono le aree del cervello che generano i sogni e da che dipende la loro presenza o assenza e numerosità“.

Photo Credit: KI Petro/Shutterstock.com

oroscopo 2016 toro

Oroscopo Paolo Fox Marzo 2016 Toro, le previsioni del segno: un mese all’insegna delle emozioni

interrogatorio manuela cacco

Isabella Noventa ultime notizie: indagini patrimoniali su Freddy Sorgato