in

Sogni strani, il significato: più bizzarri a tarda notte, uno studio spiega i segreti del sonno

Siete soliti ricordare di aver fatto sogni strani? Oggi possiamo affermare che, quasi sicuramente, quegli strani sogni sono avvenuti a notte fonda e non nelle prime ore di sonno: ecco cosa spiega uno studio pubblicato sul magazine Time.

Uno studio riportato sul Time spiega come alcuni ricercatori abbiano indagato sul sonno e sui sogni, in particolare su quelli più strani: lo studio, a capo del quale c’era Josie Malinowski, psicologa dell’Università del Bedfordshire nel Regno Unito, ha tenuto sotto controllo il sonno di 16 volontari per due notti consecutive. Quando ognuno dei dormienti dava chiari segni di un sogno in corso, onde cerebrali e palpebre in movimento, veniva svegliato per raccontare agli studiosi cosa stesse davvero sognando.

Risultato? I partecipanti hanno raccontato sogni sempre più intensi del precedente dopo ognuno dei 4 risvegli, segno che i sogni diventano più strani con l’intensificarsi della notte: nelle prime ore di sonno, infatti, i sogni erano legati ad avvenimenti strettamente legati a quelli della giornata alle spalle mentre, con il passare delle ore, i sogni sono diventati sempre più assurdi e bizzarri. “I sogni sono un terreno sicuro” – spiega la psicologa che ha condotto la ricerca – ” Le persone tendono spesso a negare di avere generato certi sogni perchè considerati troppo bizzarri ma dimenticano che sono un modo sicuro per conoscere se stessi”.

(Foto: jamesteohart/Shutterstock)

Van Der Sar torna in campo

Olanda, Edwin Van Der Sar torna in campo a 45 anni e para un rigore

Tumore al seno

Tumore al seno: cocktail di farmaci ferma il cancro in due settimane