in ,

Sondaggi elezioni politiche 2018, Tecnè: M5S primo partito ma cala, giù anche il Pd, crescono Forza Italia e Liberi e Uguali

Gli ultimi sondaggi per le elezioni politiche 2018 ci consegnano uno scenario molto liquido, anche se alcune tendenze paiono essersi invertite nelle ultime due settimane, in particolare dopo la nascita, a sinistra del Pd, di Liberi e Uguali. A soffrire di più, secondo il sondaggio realizzato da Tecnè per conto di TgCom24, sono ancora una volta il Pd e il Movimento 5 Stelle, entrambi in calo nelle intenzioni di voto degli italiani, ma soprattutto la Lega Nord, in forte contrazione. Crescono invece Forza Italia, Liberi e Uguali e Fratelli d’Italia.

Il Movimento 5 Stelle secondo l’ultimo dei sondaggi sulle elezioni politiche 2018 realizzato da Tecnè porterebbe a casa il 26,7% dei voti, restando la prima forza politica nelle intenzioni di voto. Il dato è però inferiore di 3 punti decimali rispetto alla rilevazione svolta dall’Istituto un mese fa. Il Partito Democratico, secondo partito, si attesta al 23,7% dal 24,5% dello scorso mese, con una flessione dello 0,8%. Terza forza, secondo il sondaggio Tecnè, sarebbe invece Forza Italia che nell’ultimo mese, grazie all’attivismo di Silvio Berlusconi, guadagna un punto percentuale nelle intenzioni di voto, passando dal 16,4 al 17,4%.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

In netta crescita anche l’ultima nato nell’area di sinistra, l’alleanza elettorale Liberi e Uguali, che ha incoronato candidato premier l’attuale presidente del Senato Pietro Grasso. Secondo il sondaggio Tecnè pubblicato ieri, Liberi e Uguali si attesterebbe al 7,3%, ben più del 5,5% raccolto nelle intenzioni di voto solo un mese fa dalle forze promotrici (MdP, Si, Possibile). Tra le forze politiche in crescita l’ultimo sondaggio targato Tecnè vede anche Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che passa dal 4,9% di novembre al 5,4% di oggi.

In netto calo, invece, la Lega Nord. Il ritorno in campo, prepotente, di Silvio Berlusconi pare aver appannato il partito di Matteo Salvini che segna una flessione di quasi due punti percentuali, passando dal 15,7% di un mese fa al 14% di oggi. Tra i partiti in calo nelle intenzioni di voto c’è anche Alternativa Popolare di Alfano, che passa dall’1,7% all’1,1%. Stabili, invece, le intenzioni di voto per gli altri partiti che secondo Tecnè rappresentano il 4,4% dei voti. In crescita il numero di italiani intenzionati a recarsi alle urne, il 58,1%, un numero comunque ancora molto basso.

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Tour de France 2016

Ciclismo, Chris Froome positivo al doping: il salbutamolo “incastra” il fuoriclasse della bicicletta

Vasco Rossi Modena Park 2017 scaletta

Vasco Rossi Tour 2018: date concerti, prevendita e prezzo biglietti VivaTicket per il Vasco Non Stop Live 2018