in

Sora parla la sorella di Rita, rifiutata dal convento e sparita per giorni “E’ infelice”

La notizia della professoressa di inglese di Sora, allontanatasi spontaneamente da casa e, altrettanto spontaneamente tornata dopo pochi giorni vissuti a suo dire all’aperto fra i boschi, ha scosso l’opinione pubblica. A lasciare interdetti molti lettori è stato, probabilmente, il commento che la donna ha rilasciato dopo essere ricomparsa; la prof, profondamente religiosa, ha infatti asserito di aver scelto di dormire all’aperto come faceva San Francesco. La 34enne aveva espresso la volontà di entrare in convento ma la sua domanda non era stata accettata; si è quindi ipotizzato che quel rifiuto fosse l’origine della fuga.

Oggi a Pomeriggio Cinque ha parlato Loredana, sorella di Rita Baldassarre che è ancora ricoverata in ospedale. Loredana spiega che è opportuno che la donna stia ancora in ospedale in quanto è ancora molto provata e agitata dopo la sparizione, il motivo sarebbe l‘incertezza legata al proprio futuro. ” Stanotte Rita ha pianto perché non conosce il proprio futuro, questo le reca ansia anche perché è profondamente determinata a entrare in convento. Mi capitava di litigare con mia sorella ma è normalissimo, come in tutte le famiglie. Non so nulla neppure di questo Giovanni (ipotetico ex fidanzato che un amico di Rita le attribuisce durante una breve intervista mandata in onda).”

Questa delusione e questa voglia di prendere i voti definitivi era il suo argomento fisso. Il secondo rifiuto dal convento è avvenuto pochi giorni fa, quando Rita è scomparsa, mentre il primo risale a due anni fa. Rispetto il silenzio del convento e il fatto che non si possano esporre in tv come noi, aspettiamo che ci facciano sapere le motivazioni della loro scelta.” Si torna poi al biglietto che Rita ha scritto prima di sparire: “Non ce la faccio più a portare questo dolore, ovvero quello di non poter diventare suora. Papà tu non c’entri niente

Direttore Enel Romania: morte sospetta, caduto da palazzo sede della società

Affittare chalet in montagna Lombardia Capodanno 2015