in

“Sotto una buona stella”, Carlo Verdone sul set del suo 24esimo film da regista

Ciack, si gira!  Carlo Verdone è tornato al lavoro, e si concede in una intervista a Ciack, il mensile di cinema diretto da Piera Detassis, proprio mentre si trova sul set e gira le scene del suo prossimo film, “Sotto una buona stella”, il 24esimo nelle vesti da regista. Un film sui giovani, lasciati soli da genitori distratti e spesso assenti, in ciò responsabili del “disastro della società” che abbiamo intorno.Paola Cortellesi

Il comico romano sta girando insieme all’attrice Paola Cortellesi, e lascia intravedere  la location di Cinecittà (lo studio 15) in cui lo scenografo Tonino Zera ha allestito la casa del protagonista del film, che Verdone così descrive, rivelando alcuni particolari della sceneggiatura: “La casa è quella di un uomo ricco, egoista, che ha dimenticato molto presto di essere padre. Il crack finanziario lo costringerà a vendere quadri, arredi, mobilio, ma più l’appartamento si smonta più l’uomo ricostruisce un rapporto con i figli”.

L’impronta è quella che il grande attore romano ci ha abituato ad apprezzare, durante la sua fortunata carriera: una goliardica comicità commista a malinconia, una fotografia sul mondo di oggi rivelata attraverso la commedia che, alla fine, lancia un messaggio profondo, invitando alla riflessione. Ho costruito questo padre guardandomi in giro – racconta – “osservando tanti miei amici che vivevano in case bellissime e poi si sono ritrovati senza lavoro. Grazie a Dio il rapporto con i miei figli nella vita è molto diverso, loro sono in gamba, ma siamo stati bravi anche io e Gianna a crescerli con principi sani”. Non sarà un film amaro e pessimista, ma lascia intravedere alla fine una speranza, che è dell’autore, convinto che le cose andranno meglio.

Seguici sul nostro canale Telegram

ballando con le stelle polemiche

Ballando con le Stelle: niente rientro in gara per Anna Oxa

La paradossale morte di Doriano Romboni