in

Sparatoria all’università MIT di Boston, muore un sospetto attentatore della maratona

Attacchi terroristici ancora in primo piano nella città di Boston. Questa notte c’è stata una sparatoria all’interno dell’università MIT  al termine della quale un’agente di polizia è stato ucciso dai colpi di arma da fuoco di un cecchino.

L’agente era intervenuto dopo una segnalazione di disturbo della quiete pubblica. Una volta arrivato in loco una scarica di proiettili lo avrebbe freddato. L’agente è poi deceduto una volta arrivato in ospedale.

Bomba boston

In pochi minuti il campus universitario è stato accerchiato ed è iniziata la caccia all’uomo da parte del dipartimento di polizia di Boston. Le ricerche si sono poi spostate su Watertown, dove era stato segnalato un furto d’auto sospetto. Qui la polizia ha fermato i due sospetti e ne è nata una sparatoria che ha coinvolto decine di agenti. I sospetti attentatori avevano con se negli zaini anche degli esplosivi artigianali costruiti con delle pentole a pressione.

Nella sparatoria uno dei due sospettati ha perso la vita, mentre il secondo è riuscito fuggire ed al momento se ne sono perse le tracce. La polizia di Boston in queste ore sta scandagliando il territorio alla ricerca del secondo attentatore della maratona.

Seguici sul nostro canale Telegram

Sara Simeoni compie 60 anni

torino-glbt-film-festival-2013

28 anni di Torino GLBT Film Festival