in

Sparatoria nel Ragusano: uccide il fratello della sua compagna poi si costituisce

Sparatoria nel Ragusano: un cittadino romeno, Julian Anechiae, è deceduto dopo essere stato colpito da alcuni colpi di arma da fuoco a Costa Fenicia, nel Ragusano. Ad aprire il fuoco, secondo quanto trapela, sarebbe stato un giovane residente a Vittoria. Si tratta Vincenzo Vindigni “che poi si è costituito presso la stazione dei carabinieri. Alla base dell’agguato ci sarebbe la relazione, a cui la vittima si era opposta, tra Vindigni e la sorella del rumeno morto”, lo fa sapere TG Com 24.

L’uomo avrebbe ucciso il fratello della compagna “perché non accettava la nostra relazione”. Il movente del delitto, dunque, sarebbe di natura passionale. Il cittadino rumeno ferito gravemente è morto in ospedale dopo il suo ricovero. Il 27enne Vindigni, che dopo aver colpito con due colpi di arma da fuoco il rumeno e chi lo accompagnava, pare un amico vittoriese, si è costituito presso la stazione dei carabinieri.

La sparatoria si è consumata a Costa Fenicia, località della frazione marinara di Vittoria, nel Ragusano. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la esatta dinamica dei fatti e il movente dell’agguato, sebbene appaia già appurato che alla base del fatto di sangue vi sia la relazione tra il Vindigni e la sorella del rumeno morto nel conflitto a fuoco. Una relazione, pare, contestata dalla vittima uccisa dopo un litigio degenerato. L’indagine è coordinata dal pm di turno Gaetano Scollo, che sta interrogando l’uomo che ha sparato.

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi giovedì 27 dicembre 2018

Tommaso Paradiso Thegiornalisti: dalla musica alle passerelle si consacra personaggio dell’anno 2018