in ,

Sparge ceneri moglie nel mare di Sardegna, ora rischia il carcere

Un sessantenne originario del Molise, Pasqualino N., e residente a Roma da tempo, ha realizzato le ultime volontà post mortem di sua moglie: spargere le sue ceneri nelle acque de La Pelosa, la spiaggia di Stintino in cui la coppia aveva trascorso l’ultima felice vacanza insieme.ceneri nell'urna

Così, con il cuore affranto, il 24 dicembre si imbarca nel traghetto che da Civitavecchia lo conduce in Sardegna, ad Alghero. La donna, in tempi non sospetti, aveva espresso il suo desiderio al marito: essere ‘dispersa’ nel mare di Sardegna. Morta a 54 anni in un incidente stradale, è stata cremata e le sue ceneri gettate nel mare, per mano dell’uomo che si è recato a Stintino portando l’urna con sé. Ma qualcosa è andato storto: è stato accusato di “occultamento o dispersione di cadavere”, secondo l’articolo 411 del Codice Penale. Le ceneri della donna, infatti, dopo la cremazione avvenuta nel cimitero Flaminio a cura dell’Ama, potevano secondo l’autorizzazione emessa dal pubblico ufficiale incaricato del servizio, essere disperse “solo ed esclusivamente” nel mare di Ostia. Invece l’uomo, per rispettare l’ultima volontà e onorare il ricordo, ha affrontato il viaggio in Sardegna.

Non si sarebbe mai aspettato che proprio in quel momento una pattuglia dei carabinieri lo sorprendesse mentre, lacrimante, disperdeva le ceneri nella spiaggia de La Pelosa. Identificato, è stato così denunciato. “E qui la burocrazia ci ha messo lo zampino”, ha commentato uno degli avvocati che difende l’uomo.

 

anticipazioni un posto al sole

Un Posto al Sole anticipazioni 30 dicembre e 1 gennaio: Serena affronterà Viola per parlare di Filippo?

concorso design giocattoli Chicco

Cina, basta figli unici