in

Spesa a Km 0: filiera corta, basso costo

Il cibo è parte fondamentale nelle nostre vite. Sia come mezzo di sostentamento ma anche come vero e proprio piacere per il palato e la salute. La globalizzazione, lo scambio interculturale e colturale, ha permesso di conoscere ed avere in tavola prodotti diversi da quelli che ci appartengono veramente. La spesa a Km 0, filiera corta,  è stata soppiantata dalla spesa a largo raggio, a “giro del mondo”! La terra, la natura, con il divenire delle stagioni, offre ad ognuno di noi la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di prodotti che soddisfano il corpo con le sue esigenze, la mente con i suoi desideri di piacere e l’ambiente!

mercato km 0

In Italia abbiamo la fortuna di poter scegliere tra differenti prodotti, dall’antipasto al dolce non c’è nulla di cui potremmo privarci ricorrendo a prodotti esteri, rivalutando il nostro patrimonio enogastronomico regionale. Escludendo ovviamente i cibi esotici! Ricordiamoci che il trasporto degli alimenti avviene maggiormente su gomma, aumentando l’inquinamento e le emmissioni di CO2, a discapito nostro e dell’ambiente. Il Km 0 è un modello di vita slow, semplice, imparando ad utilizzare ed apprezzare ciò che si ha “a portata di mano”, di terra! Comprare dall’azienda agricola che produce frutta e verdura, miele, olio, vino, carni, salumi, formaggi, ci permette di capire quali cibi sono di stagione, perchè sceglierli, riconoscere quelli freschi e del luogo! Normalmente anche il risparmio economico è garantito: meno imballaggi, minor trasporto, meno costi.  La Regione Veneto è stata la prima in Italia a stilare una legge che incentivi l’utilizzo di prodotti a km 0 all’interno delle attività ristorative affidate ad enti pubblici. La filiera corta garantisce la vendita di un prodotto nell’arco di pochi km. Se non sappiamo dove trovarli alcuni siti internet ci aiutano, ovviamente per le aziende registrate. Ad esempio Prodotti-a-km-0, Spesa dal contadino. In molte città è possibile trovare agricoltori locali che consegnino i loro prodotti anche a domicilio: Orto a Casa, Cortilia, Orto e Gusto, Bioexpress, Ca’ Lumaco, La Colombarola, Zolle, Biobox, Cibaci, Bioce, Natura Express, Squicity.

Ora proviamo a gustare l’ebbrezza del nostro cibo, quello di casa nostra. Certamente riconosceremo i sapori, i profumi e i colori della terra, del luogo che conosciamo… in paricolar modo se sono biologici!

photo credit: blog100days via photopin cc | Robji via photopin

Moves

Facebook e fitness: Zuckerberg compra la app “Moves”

pale eoliche

Wikado Playground: non buttiamo tutto al vento, giochiamo!