in , ,

Spiagge sarde: idee vacanza nell’Isola che non è solo Costa Smeralda

Nell’immaginario collettivo la Sardegna viene identificata con la Costa Smeralda, sinonimo di lusso sfrenato e mare da cartolina. La meta “irraggiungibile” per i più, in quanto alla portata di politici, miliardari, starlette della tv e calciatori. Eppure la Sardegna è tanto altro ancora. Quest’isola affascinante ed avvolgente è ricca di bellezze e meraviglie naturalistiche, nelle sue coste così come nell’entroterra, che chiedono di essere visitate ed ammirate. E mai parole descrissero meglio l’unicità delle sue peculiarità, come quelle del poeta e romanziere inglese David Lawrence, in viaggio nell’isola nel 1921: “La Sardegna. Questa terra non assomiglia ad alcun altro luogo”.

Le righe che seguono vogliono offrirvi cinque itinerari che vi condurranno alla essenza stessa dell’Isola dei Sardi, seguiteli:

Mari Pintau

Spiaggia Mari Pintau

Appena fuori dalla città di Cagliari, percorrendo la litoranea che conduce a Villasimius, i panorami mozzafiato vi stupiranno: sarà un tripudio di tonalità verde smeraldo, dove l’acqua cristallina fonderà il suo colore mischiandosi al cielo, nell’orizzonte. La macchia mediterranea è la cornice di questa caletta chiamata Mari Pintau (mare dipinto), dove i ciottoli tondeggianti lasciano spazio, nell’acqua, alla sabbia che rende il fondale vitreo, caraibico.

 

 

Is Molentis 

Spiaggia Is Molentis

Un istmo circondato da un mare cristallino, una lingua di sabbia bianchissima e finissima che serpeggia tra scogli tondeggianti, levigati ad arte dall’azione erosiva dell’acqua e del vento. La caletta di Is Molentis è situata nella Sardegna sud-orientale, nella località turistica di Villasimius, facente parte dell’area marina protetta di Capo Carbonara. Quasi nascosta all’occhio turistico, non vi si arriva per caso. Il sentiero che permette di raggiungerla non è indicato da alcuna segnaletica, è una meta che va cercata, scovata. Il suo nome è un rimando agli asini (molentis, appunto) con i quali un tempo si estraeva il granito dalle cave caratterizzanti l’intera area.

 

Tuerredda

spiaggia Tuerredda

La Sardegna meridionale regala insenature magnifiche, verdeggianti ed accarezzate dal vento grecale. Pensate che la sabbia rosa si trovi solo a Budelli, nell’Arcipelago della Maddalena? Niente affatto. Andate a Tuerredda e scoprirete il Paradiso. Di fronte all’arenile, l’omonimo isolotto, che rende suggestivo il panorama di questa splendida insenatura tra Capo Malfatano e Capo Spartivento. La battigia è caratterizzata da sabbia corallina, che dà al mare sfumature turchesi, deliziando gli occhi dei tantissimi turisti che vi sopraggiungono ogni estate.

 

Le Dune

Spiaggia Le Dune

La Costa Verde, nella Sardegna occidentale, è la meta ideale per chi cerca una vacanza “fuori dal mondo”, lontano dal business turistico ed in totale connubio con la natura incontaminata. La spiaggia Le Dune, nel comune di Teulada, in località Porto Pino, si trova nella Sardegna sud-occidentale, ed è il posto ideale per incontrare relax e pace. L’immensa area di bianche dune sabbiose rende questa spiaggia, nota anche come “Sabbie Bianche”, unica nel suo genere. Alle spalle del lungo e largo arenile, si innalzano per 20 o 30 metri dune di candida sabbia, che in lontananza vanno mischiandosi alla macchia mediterranea e al ginepro.

 

Cala Girgolu

Spiaggia Cala Girgolu

Cala Girgolu non è una comune spiaggia, ma la spiaggia “con vista”. Ci troviamo a nord-est della Sardegna, in località Porto San Paolo, in provincia di OlbiaTempio. Questo arenile è frastagliato e caratterizzato da tantissime insenature, e di fronte ad esso si erge, imponente e maestosa, a riempire gli occhi dei turisti, la meravigliosa Isola di Tavolara. In questo tratto di costa le rocce sono di granito rosa, molte delle quali trasformate in statue zoomorfe dall’erosione di pioggia e vento.

 

 

 

new york ity pass

New York, Times Square: bus turistici si scontrano, molti feriti

ibra juve

Calciomerato Juventus news, Ibra-Juve: “Voglio tornare”!