in

Sportivi su Twitter: dispiacere per Kobe Bryant ed esordio della Pellegrini

La parola “Kobe Bryant” è stabile nei trend di Twitter in tutte le lingue. Il grande Black Mamba, il figlio di quel Joe Bryant che negli anni ’80 dava spettacolo in Italia, si è rotto proprio quando i Los Angeles Lakers di coach Mike D’antoni sembravano in ripresa. Nella sua ultima partita Bryant aveva segnato 34 punti, proprio come i suoi anni, quando purtroppo ha fatto crack.

L’infortunio per un cestista è di quelli seri che possono interrompere una carriera di un giovane. Nonostante i quasi 2 milioni di followers, Bryant è nuovo su Twitter ed ancora ha poca dimestichezza con il social network. In questi due giorni però l’ammontare di persone comuni e di colleghi che hanno espresso il loro dispiacere è stato enorme. Da Ron Artest, il cattivone meglio conosciuto adesso come Metta Workd Peace a Pau Gasol, da Phil Jackson a Magic Johnson. Tutti pensano che il Black Mamba non può lasciare cosi. C’è addirittura chi afferma di piangere e di strapparsi i capelli.

tweet kobe bryant

Kobe ha finalmente risposto esprimendo la sua preoccupazione (“devastion”) ma ha anche affermato che tornerà.
Ormai gli sportivi cinguettano che è un piacere. Scatenato Christian Vieri che è letteralmente polemizza con alcuni utenti, fa gli auguri a Paolo di Canio e sfoggia foto vacanziere interagendo con altri VIP come Costanza Caracciolo o Francesco Facchinetti.

Finalmente, dopo tanti fake, appare la vera Federica Pellegrini con il nome @mafaldina88, in poco tempo la bella Federica ha raggiunto quasi 5.000 followers retweettando VIPs, cinguettando con gli altri nuotatori e parlando soprattutto di moda e trend.

Photo Credit: ye-wa via Compfight cc

Start Upper ed esperto di imprese tecnologiche, 42 anni, laurea e master ottenuto in Gran Bretagna. Vive a Livorno ma viaggia spesso tra Milano e Torino.

Le Iene anticipazioni 14 aprile 2013: quali politici si terranno l’assegno di fine mandato?

un medico in famiglia 9

Stasera in diretta Tv: Un Medico in Famiglia, Che Tempo che Fa, Le Iene