in , ,

St. Patrick’s Day, 17 marzo 1737: la festa irlandese nata in America

San Patrizio è il patrono dell’Irlanda e, per quanto il popolo irlandese possa essere credente o praticante, non è questa la ragione per la quale ogni 17 marzo, a partire dal 1737, si celebra l’ormai noto in tutto il mondo St. Patrick’s Day. La festa, infatti, risale ad un momento storico ben preciso e rappresenta un modo per avvicinare gli irlandesi di tutto il mondo, ovunque si trovino.

Il St. Patrick’s day è un filo conduttore che unisce sotto il nome di San Patrizio gli irlandesi di nascita e quelli acquisiti, che non hanno resistito al fascino d’altri tempi dell’Isola di Smeraldo: la festa nasce il 17 marzo 1737, quando una comunità irlandese ha celebrato la propria nazionalità a Boston. Aldilà della vera storia che ha dato vita al St. Patrick’s Day, esistono curiose leggende che giustificano l’esistenza di piccoli esseri magici, i famosi Leprechaun. Prima dell’arrivo dei Celti, l’Irlanda era una piccola isola abitata da ricchi Leprechaun, creature mitologiche che accompagnano da sempre il folclore Irish.

Insieme ai Leprechaun, sono simboli irlandesi il trifoglio e la croce celtica: San Patrizio, secondo la leggenda, illustrò il concetto di trinità sfogliando proprio un trifoglio. Il patrono, inoltre, evangelizzò l’Irlanda senza mai dimenticare le origini del paese, quelle celtiche, ragione per la quale la croce celtica è un simbolo storico per l’Irlanda.

Il Segreto facebook

Programmi Tv stasera, 17 Marzo 2016: Il Segreto e Don Matteo 10

Nba risultati e highlights della notte: Steph Curry da capogiro, Harden stende Clippers, ok LeBron