in

Ecco la stampante 3D usata per ricreare tessuti e muscoli umani

I ricercatori dello Wake Forest Institute for Regenerative Medicine hanno messo a punto una stampante 3D che produce organi e tessuti umani. L’obiettivo è ovviamente quello di poter ricreare le varie parti del corpo per poi successivamente impiantarle. Una vera rivoluzione che è ancora allo stadio sperimentale, ma che ha già dato buone notizie.

Infatti il dispositivo finora è stato utilizzato per creare orecchie, mandibole e muscoli poi impiantati con successo su topi di laboratorio. La stampante consente addirittura di preparare, negli oggetti prodotti, gli alloggiamenti per i vasi sanguigni che alimenteranno organi, tessuti e muscoli una volta immessi nell’organismo. Stando a quanto dicono i ricercatori del Wake Forest Institute, i tessuti prodotti non hanno evidenziato alcun segnale di necrosi.

La stampante degli scienziati statunitensi è molto simile alle stampanti 3D tradizionali, ma lavora con i cosiddetti idrogel, cioè delle soluzioni acquose che contengono cellule umane, che inizialmente sono arricchiti con altri materiali biodegradabili per migliorare la precisione di stampa. Per il resto è affine alla stampa 3D normale, con un computer che attiva la macchina, dando le istruzioni per scavare e incidere strati successivi del materiale grezzo.

Formula 1 GP Austria Vettel

Formula 1 2016, test Montmelò 2° giorno: Vettel davanti a tutti, Rosberg 3°

scandalo vaticano abusi chierichetti

Giallo in Vaticano, trovata morta collaboratrice del Papa: era incinta, test Dna su feto