in

StartUp: Aipoly, un’App per non vedenti per ascoltare la descrizione delle vostre immagini

Buon sangue non mente. É solo un modo di dire, ma mai come in questa circostanza i detti popolari aiutano. É il caso di Alberto Rizzoli, figlio di Andrea, e nipote dell’imprenditore italiano Angelo Rizzoli, fondatore della nota casa editrice.

Alberto vive in California, più precisamente nella Silicon Valley, la patria dei geni intraprendenti e pronti a cambiare il mondo con le loro menti. Dalla sua mente è nata Aipoly, la app che consente a non vedenti di ascoltare la descrizione delle foto scattate con uno smarthpne. L’idea è nata grazie alla collaborazione con Marita Cheng, 26 anni, talentuosa esperta in robotica. L’applicazione funziona in questo modo: l’utente scatta una foto che viene caricata sul server di Aipoly, in seguito una descrizione dell’immagine viene rispedita al mittente che potrà ascoltarne il contenuto tramite un sistema text – to – speech.

La App sfrutta una tecnologia chiamata machine vision o computer vision, ovvero un sistema che studia le reti dei neuroni utilizzati dagli esseri umani per identificare elementi all’interno di un’immagine. In questo modo, se la App dovesse andare a buon fine, attualmente si trova alla versione Beta, i non vedenti avranno la possibilità di avere immagini mentali più chiare della realtà che li circonda, diventando più autonomi anche nelle piccole scelte quotidiane.

Game Of Thrones 6 uscita: Arya non morirà, parola di George Martin

BlackBerry Venice prezzo release date: aggiornamento Android per l’azienda canadese