in

Start Up Italia: arriva Babyguest per le famiglie in vacanza

Chiunque abbia bambini sa quanto sia difficile organizzare la logistica per un viaggio: passeggini, culle, seggiolini, giocattoli, lenzuolini e quant’altro. La lista può essere incredibilmente lunga e variegata tanto che molti genitori si ritrovano a rinunciare al viaggio in partenza. Chi decide comunque di partire si ritrova ad andare incontro a numerose complicanze, come il passeggino perso in aeroporto o la macchina affittata priva di seggiolino incluso. Babyguest è la start up grazie alla quale è possibile noleggiare tutte le attrezzature per l’infanzia e acquistare i prodotti di prima necessità, avendo la sicurezza di ricevere tutto a destinazione, il giorno e all’ora stabiliti.

Per ora il servizio di Babyguest copre tutta Europa, grazie a una logistica centralizzata che si trova a Bergamo, ma l’obiettivo di questa giovane start up è di espandersi in tutto il mondo. L’idea di Babyguest non è rivolta solo ai consumatori, ma anche agli operatori turistici, come alberghi, villaggi e catene. Lo scopo è quello di rendere queste strutture a misura di bambino. Questa startup italiana è stata creata da una giovane mamma imprenditrice, Serena Errico, che ha avuto l’idea di Babyguest partendo da un suo disagio personale. La sua missione è rendere il viaggiare un gioco da bambini.

Sul sito è possibile prenotare tutto ciò che serve al bambino e trovarlo al proprio arrivo, funzionante, a norma, igenizzato, pronto per l ‘uso. Si potrà restituirlo alla partenza lì dove è stato recapitato. L’idea di Serena Errico sembra aver davvero fatto centro. L’ideatrice di Babyguest è già in contatto con due potenziali partner,uno negli Emirati Arabi e uno a Singapore, per esportare la sua idea nel mondo. Per saperne di più basta visitare il sito.

iPhone 7

iPhone 7 vs iPhone 6S news: data d’uscita anticipata e caratteristiche tecniche del nuovo smartphone

Bennet assunzioni 2015

Bennet assume nel 2015: offerte di lavoro per commessi, farmacisti e altri profili