in

Start Up: Reputeka, la vetrina dell’artigianato italiano

Reputeka è la start up italiana che cerca di dare una vetrina, ora nazionale e un domani internazionale, ai prodotti  artigianali italiani. Questi, infatti, la maggior parte delle volte non riescono a farsi conoscere al di fuori del proprio territorio, vallata o città. Reputeka ha la missione di portare alla luce quel mondo fatto di piccole botteghe, che costituiscono la spina dorsale della grande tradizione degli artigiani del nostro paese. Reputeka, nome che nasce dalla crasi di ‘reputazione’ e ‘puteca’, ossia bottega nella parlata napoletana, cerca di proporsi come vetrina di questo mondo, diventare una piazza virtuale dove vendere manufatti al 100% made in Italy.

Reputeka è nata da un’idea di Luca Cornali, un ragazzo trentino di 31 anni, che dopo un master in Usa e diverse esperienze lavorative all’estero, ha deciso di unire innovazione e tradizione aprendo una start up di artigianato nella sua regione. Ha deciso quindi di tornare nel suo paese ed investire tempo, denaro e fatica vicino a casa sua. Ha trovato molte difficoltà nella ricerca di investitori che credessero nella sua idea, in particolare il settore pubblico sembrava quasi volesse mettergli i bastoni tra le ruote, ma alla fine due privati hanno deciso di investire su di lui e Reputeka. Al momento la start up trentina conta più di centro artigiani da tutta Italia e oltre mille prodotti sulla vetrina multimediale, per un valore della merce che sfiora quasi il milione di euro.

Reputeka si basa sul merito: l’artigiano ha una visibilità proporzionata alla sua reputazione, che viene valutata tramite il giudizio degli utenti. In partenza tutti gli artigiani hanno quindi la stessa visibilità ,che diminuirà o crescerà a seconda dei giudizi espressi dagli utenti. In alcun modo si può influenzare la start up per ottenere una maggiore visibilità. Non c’è nessun costo di registrazione, Reputeka, infatti, trattiene una commissione solo sui prodotti venduti, che finora hanno superato il centinaio. Per saperne di più basta visitare il sito di questa start up nata in Trentino, ma che punta a diffondersi nel mondo per esportare il made in Italy.

 

Carlos Tevez

Calciomercato Juventus: Tevez nei radar del Paris Saint Germain

Filippo Inzaghi

Palermo – Milan probabili formazioni ventinovesima giornata Serie A