in

Start Up: Techstars Metro Accelerator, il primo acceleratore dedicato al food tech e all’ospitalità

Techstars Metro Accelerator, il primo acceleratore globale dedicato al food tech e all’ospitalità, è a caccia di ogni tipo di innovazione che può aiutare il mondo della ristorazione e degli hotel a migliorare il proprio business in chiave digitale. Il programma di accelerazione, che si svolgerà a Berlino al German Tech Entrepreneurship Center e durerà tre mesi (dal 12 ottobre al 28 gennaio), è aperto a dieci start up da tutto il mondo. La call è aperta dal 27 aprile e chiuderà il 3 agosto 2015. I promotori del programma di accelerazione sono Metro, la multinazionale tedesca della vendita all’ingrosso di prodotti food e non food per le attività professionali, e l’acceleratore Techstars, con la collaborazione di R/GA, un’agenzia digitale che opera a livello globale e lavora per alcuni dei brand più importanti al mondo. Così, dopo banche, compagnie telefoniche, brand di abbigliamento, case editrici e società IT, anche la grande distribuzione si proietta nel mondo delle start up.

Le dieci start up selezionate riceveranno un finanziamento seed che può arrivare fino a 120 mila euro. I team potranno godere anche di sessioni di mentorship da parte di esperti di tutti e tre i soggetti che hanno dato vita all’acceleratore: ci saranno persone coinvolte dal gruppo Metro (sia figure manageriali che clienti attivi nell’ambito del food), imprenditori e conoscitori dell’ecosistema chiamati da Techstars, e consulenti di comunicazione e marketing che partecipano per conto di R/GA.

A organizzare nei dettagli l’acceleratore, anche contribuendo agli investimenti nel capitale delle start up, sarà Techstars, forte degli 1,2 miliardi di dollari raccolti dalle oltre 500 aziende accelerate nei suoi 18 programmi tra Stati Uniti ed Europa. Il programma sarà diviso in tre parti: la prima sarà dedicata alla mentorship da parte degli esperti coinvolti nel programma, la seconda si focalizzerà sullo sviluppo dei prodotti e servizi ideati dalle start up e la terza fase si concentrerà sulla  comunicazione, sul come far percepire il valore e la forza del proprio progetto. Il 28 gennaio ci sarà il demo day, dove i team avranno l’occasione di parlare dei proprio progetti davanti a una platea di investitori.

Sedicenne ucciso a coltellate nel Crotonese

Crotone: 16enne ucciso a coltellate durante una rissa al bar, fermato l’assassino

michelle obama auguri vip social

Capelli 2015 tendenze: Michelle Obama conquistata dal curly bob, il taglio più glamour per l’estate 2015