in

Startup: Dall’Italia ecco Antlos, l’Airbnb delle barche

“Antlos” una parola onirica, utilizzata nell’Odissea di Omero per indicare l’impatto della nave di Ulisse sulla superficie dell’acqua durante la navigazione. Questo il nome scelto da un gruppo di startupper italiani per dar vita all’Airbnb delle barche.

Nata nel 2014 all’interno del programma di accelerazione H – FARM Ventures da un’idea di ichelangelo Ravagnan, Marco Signori e Nicola Peduzzi sta avendo un rapido successo, attirando diversi investimenti. Momentaneamente disponibile solo in inglese, la piattaforma funziona come il celebre sito per l’affitto di appartamenti. I proprietari delle barche, in questo caso gli skipper, offrono la loro imbarcazione a chi vorrebbe passare una vacanza diversa in mezzo al mare a prezzi accessibili. Così come per altre realtà Antlos funge solo da intermediario, trattenendo una commissione variabile sulla spesa finale del cliente. La Startup trattiene inoltre i soldi sino a quando il servizio non viene erogato: permettendo una fruizione corretta del servizio all’utente.

Antlos offre quindi dei pacchetti vacanze, associabili a crociere, che prevedono una spesa totale in media di 700 – 800 euro a persona a settimana. Al momento presenti solo nel mediterraneo, l’obiettivo dei tre ragazzi italiani è di espandersi anche nei Caraibi. In arrivo inoltre anche una versione italiana e in altre lingue, che si preannuncia un vero successo per l’innovazione Made in Italy.

 

 

 

Startup Italia: Tasteet, i menù dei ristoranti a portata di smartphone

i segreti per abbronzarsi bene

Abbronzatura perfetta, i segreti per una pelle dorata e uniforme