in

Startup: ecco 6 preziosi consigli per far crescere la vostra attività

Avviare una startup non è cosa facile. La prima cosa da fare è porsi le domande giuste, e provare a trovare delle risposte adeguate. Ma ancora più difficile, una volta avviata un’attività, è continuare a farla crescere evitando paralisi e situazioni di stallo. Da Business2Community arrivano 6 preziosi consigli per portare le vostre startup al passo successivo:

1. Evitate di riporre nel cassetto il vostro Business Plan, usatelo!

Prendendo in considerazione il fatto che il vostro Business Plan non è fatto di pietra, ricordate che potrà essere cambiato e modificato a seconda dell’andamento della vostra attività. Rivisitatelo, stracciatelo, ricomponetelo ogni volta che volete, stabilite nuovi obbiettivi, e chiedetevi cosa sta andando bene e cosa no. Pensate ai vostri obiettivi iniziali, sono ancora rilevanti? State andando nella giusta direzione?

Ricordate che molte aziende cambiano i loro business plan almeno tre volte.

2. Apritevi ai social media, se non lo state già facendo

Dato che ognuno di voi sarà un fanatico fruitore di social network, con un profilo facebook prontamente aggiornato, ed un account twitter ricco di cinguettii, più un profilo instagram in cui le vostre foto sono sempre rifinite nei massimi dettagli, cercate di fare lo stesso anche per la vostra attività, se non lo state già facendo ovviamente. Milioni di business beneficiano da una presenza sui social media; se non sapete come fare fatevi aiutare da un esperto; costruite una solida reputazione e presenza online.

3. Create un Blog

Lo capisco, non tutti hanno le capacità da scrittore di Jacques Prevert, ma avere un blog sarà un modo per interagire con i vostri clienti. Potrete far conoscere la vostra attività, i vostri prodotti in maniera più diretta, spiegando ai futuri clienti chi siete e cosa fate. Se pensate che la scrittura non faccia per voi, potrete sempre ingaggiare chi lo faccia al posto vostro.

4. Trovate il vostro mentore

Un mentore è la persona perfetta per assistervi nel portare la vostra attività al livello successivo. Ci sono già passati, hanno acquisito esperienza, e possono consigliarvi sul migliore approccio da seguire. Quindi non aspettate oltre, cercate e affidatevi ad un “guru” del business a cui affidarvi.

5. Diventate un’azienda a responsabilità limitata

Tutte le startup, prima o poi, devono prendere in considerazione la possibilità di trasformarsi in un’azienda a responsabilità limitata. Questo vi proteggerà, voi e il vostro business, da eventuali perdite finanziare. Se, per qualsiasi ragione, dovreste mettere la vostra attività in liquidazione, i vostri debiti non sarebbero pagati da voi come individui.

6. Andate alla ricerca di talenti

Man mano che la vostra startup cresce potreste voler considerare l’idea di spostarvi in un ambiente in cui vi sia a disposizione il tipo di talenti che state cercando. L’arrivo di nuovi fondi potrebbe darvi accesso a nuovi talenti e professioni utili per espandere la vostra attività. Scegliete dunque quale talento volete all’interno della vostra azienda e scegliete una location da cui possiate trovare il tipo di abilità che cercate.

iPhone 6S su DxOMark

iPhone 6S e 6S Plus ultimi rumors: la fotocamera non convince DxOMark e si aspetta iPhone 7

Dove vedere Benfica-Manchester United

Chelsea, Mourinho: Lo Special One contro la Football Association:”La mia multa è una disgrazia”