in

Startup Innovative, l’identikit del neoimprenditore nel 2015: giovane, diplomato e determinato

Da una ricerca di Unioncamere arriva l’identikit del neoimprenditore nel 2015: delineato nell’ambito del progetto Excelsior, lo startupper italiano è uomo, giovane e ambizioso.

Secondo lo studio di Unioncamere, il neoimprenditore italiano tipo sembra essere un uomo di età compresa dai 35 ai 40 anni: niente laurea ma diplomato e spinto dal desiderio di realizzazione personale e di successo. Patrocinata dal Ministero del Lavoro, la ricerca ha evidenziato come 3 imprenditori su 4 siano partiti nel loro percorso di business investendo meno di 10mila euro. Non sono quindi le difficoltà a livello economico a ostacolare gli startupper bensì quelle derivate dal complesso sistema burocratico e delle procedure amministrative.

Entrando ora nel merito dei dati, le iscrizioni alle Camere di Commercio indicano che a fondare una nuova impresa siano al 71,2% uomini dei quali il 48,5% con un diploma e solamente il 18,6% con una laurea: il range d’età è abbastanza vario anche se al 44,2% i neoimprenditori hanno dai 36 ai 50 anni. Le imprese fondate sono al 64,4% nel campo dei servizi e, almeno nel corso del 2015, il Mezzogiorno guadagna il primato con il 33,3% di startup nate sul territorio. Curioso è il dato sul background dei nuovi startupper: solo l’8,7% dei neoimprenditori ha fondato una startup come primo impiego mentre il 37% di loro ha alle spalle un impiego da impiegato, operaio o apprendista e, infine, per il 14% ha rappresentato un’opportunità per abbandonare lo stato di disoccupazione.

legge di stabilità 2016, legge di stabilità 2016 detrazioni, legge di stabilità 2016 detrazioni fiscali ristrutturazioni, legge di stabilità 2016 casa,

Legge di stabilità 2016 detrazioni: ecco tutte le agevolazioni fiscali per la casa

Capodanno 2016 cosa fare e eventi gratuiti

Cosa fare a Capodanno 2016? Idee last minute, offerte ed eventi gratuiti da Roma a Milano