in

Startup Italia, 4 veneziani vincono la BattleHack di PayPal: 100mila dollari per un’app che rende l’automobile più smart

Caterina Vidulli, Cristy Gutu, Cristiano Griletti e Sara Spadafora: questo il team veneziano che ha sbaragliato i 13 avversarsi durante la finale della BattleHack organizzata da PayPal a San Jose, in Silicon Valley.

Battlehack è una vera e propria sfida a tappe, che si è giocata in 14 città di Paesi differenti in Battlehack locali quali quelle di Atene, Berlino, Chicago, Londra, Los Angeles, Melbourne, New York City, Raleigh, Singapore, Stoccolma, Tel Aviv, Tokyo, Toronto e Venezia. Lo scopo della Battlehack promossa da PayPal era quello di creare, in 24 ore, un’app con un’utilità sociale che incorporasse le funzioni di PayPal stesso, Braintree o Venmo (un portafoglio digitale per trasferire denaro attraverso cellulare): in una giornata sono state quindi progettate 14 nuove app, da quelle che proponevano soluzioni per l’accesso a internet a tool per la sicurezza dei campus universitari.

L’idea che ha convinto la giuria è stata però quella di IfCar, l’app del team italiano: “Ci siamo ispirati al nostro viaggio in California per le finali del BattleHack. Il primo giorno abbiamo preso due biglietti per il parcheggio perché era difficile stare al passo con tutte le regole di parcheggio locali. IfCar è uno strumento in grado di risolvere questo tipo di problemi e molti altri” dice la squadra dell’app vincitrice che permette di rendere più “smart” le proprie automobili grazie all’utilizzo di sensori in modo combinato con l’inserimento di dati e preferenze degli utilizzatori. Il team veneziano, già vincitore della tappa italiana, si è quindi aggiudicato il grande premio finale di 100mila dollari.

Calciomercato Juventus News

Calciomercato Juventus News: si segue Embolo e Lavezzi è più vicino

pilota jet russo abbattuto news

Caccia russo abbattuto in Turchia: violato lo spazio aereo, ma Mosca nega [VIDEO]