in

Startup Italia, Anemotech presenta The Breath: un tessuto che abbatte l’inquinamento

Torniamo a parlare di grandi successi con Anemotech, la startup italiana che ha creato un metodo del tutto nuovo ed innovativo per contrastare l’inquinamento: la loro idea nonché prodotto si chiama The Breath ed è un tessuto ad impatto zero che permette di rendere più pulita l’aria che respiriamo.

La startup italiana Anemotech è nata nel 2014 a Casei Gerola (PV) con il fine principale di sviluppare, portare in produzione e commercializzare le applicazioni del sistema The Breath®, l’innovativa tecnologia ambientale per il trattamento e la purificazione dell’aria co-inventata da Gianmarco Cammi, di cui l’azienda detiene il brevetto. Dopo due anni di incubazione, un investimento di 500mila euro, test e sperimentazioni sul campo, Anemotech ha presentato pochi giorni fa quella che sarà una vera e propria rivoluzione nel contrastare l’inquinamento atmosferico. Ma cos’è The Breath?

Ciò che propone Anemotech è un tessuto multistrato coperto da brevetto che rende più salubre l’ambiente funzionando in maniera del tutto passiva: ciò significa che, collocato su una qualsiasi parete come fosse un quadro, The Breath garantisce performance sostenibili per un anno e una costante riduzione dell’inquinamento di circa il 20%. La capacità dell’innovativo tessuto, infatti, è quella di attirare le molecole inquinanti all’interno della propria anima carbonica costituita da nanomolecole: le particelle inquinanti ma anche le muffe e le particelle odorose vengono quindi intrappolate nell’anima del tessuto che rilascerà solamente le molecole d’aria pulita. “Il mio sostegno agli ideatori di The Breath nasce da una semplice constatazione: dei milioni di italiani che oggi sviluppano un tumore, almeno il 70% potrebbe essere salvato grazie alla prevenzione. Se solo tutti adottassero uno stile di vita salutare, si avvicinassero alla diagnosi precoce e se i responsabili delle politiche sanitarie e ambientali applicassero tutte le conoscenze e le misure preventive che la ricerca ha messo a disposizione, il cancro oggi sarebbe una malattia sotto controllo. Per questo, sostengo da sempre un’alleanza tra scienza, tecnologia e informazione e ritengo fondamentale che la scienza discuta e si confronti con il mondo istituzionale e dell’informazione affinché si possano vincere battaglie come quella della cura e la prevenzione del cancro” ha affermato il Professor Umberto Veronesi in un videomessaggio: il progetto di The Breath, sostenuto anche da Legambiente, potrà essere utilizzato sia in ambienti indoor che outdoor e quindi sfruttato sia da privati sia da enti pubblici.

Almamegretta EnneEnne nuovo album 2016, torna la commistione di reggae e alternative rock: ecco la tracklist

higuain consigli fantacalcio 37a giornata

Consigli fantacalcio 37a giornata Serie A: chi schierare secondo UrbanPost