in

Startup Italia, Neuron Guard: 656mila euro per il dispositivo anti-ictus

Si chiama Neuron Guard ed è la startup italiana che sta lavorando alla creazione di un dispositivo per il pronto intervento in casi di ictus, trauma cranico grave e arresto cardiaco: il dispositivo in questione ha fatto sì che la società modenese chiudesse un round di finanziamenti con ben 656mila euro.

Il finanziamento è arrivato da A11 Venture e alcuni investors privati: il capitale raccolto, insieme ai 250mila euro di commitment dei fondatori e con i 96mila euro del Bando Start-Up Innovative Regione Emilia Romagna, andrà a contribuire allo sviluppo dei primi device realizzati in partnership con alcune aziende italiane ed estere e con lo studio pilota dell’Università di Cambridge.

Neuron Guard è stata fondata nel 2013 da Enrico Giuliani e Mary Franzese e sta lavorando allo sviluppo di un sistema integrato di protezione cerebrale per il trattamento in emergenza di danno cerebrale acuto(Abd), da utilizzare direttamente sul luogo dell’accaduto: in particolare il sistema si compone di un collare refrigerante monouso, per ridurre la temperatura corporea sotto i 37° ed evitare così danni acuti, e di un’unità di controllo esterna capace di mantenere un determinato livello di ipotermia terapeutica. Il fine ultimo della startup, infine, è quello di dotare tutte le ambulanze e tutte le strutture ospedaliere avanzate del dispositivo ed estendere poi la presenza del Neuron Guard anche a tutti i locali pubblici.

Abbracciarsi fa bene alla salute

Abbracciarsi fa bene alla nostra salute: ecco quale malattia previene

Capodanno 2016 last minute: idee bellissime per una serata alternativa