in ,

Violenza bambini Stati Uniti: la casa degli orrori in Texas, bambini incatenati e seviziati

Ancora un caso di violenza sui bambini. La casa degli orrori si trova a Bexar County, in Texas, Stati Uniti. Bambini incatenati, seviziati, lasciati di notte all’aperto in giardino e legati, una storia che ha i contorni di un film Horror. Ciò che si sono trovati davanti i poliziotti della cittadina di Bexar nella nottata di ieri era una situazione shockante. Intorno alle 23.45 è giunta al commissariato una chiamata da un vicino della casa in questione. L’uomo ha riferito agli agenti di aver sentito dei lamenti provenire dal giardino dell’abitazione attigua.

A quel punto gli uomini delle forze dell’ordine sono intervenuti. A prima vista la casa sembrava abbandonata, lo status dei muri e della recinzione faceva pensare ad un edificio senza abitanti, ma una volta sorpassato lo steccato ecco la shockante verità. Due bambini erano stati lasciati all’aperto e legati come dei cani. In particolare le condizioni di una bambina di 3 anni erano preoccupanti. La bimba era stata legata a una porta con un guinzaglio e aveva un braccio rotto. L’altro bimbo trovato nel giardino aveva 2 anni ed era stato incatenato. Dentro la casa c’erano altri sei bambini, tra i 10 mesi e 13 anni. Le condizioni dell’abitazione erano di assoluto degrado.

La mamma, e proprietaria della casa, è stata arrestata. La donna, Porucha Phillips di 34 anni, era incinta. I bambini sono stati portali all’ospedale e affidati al servizio di protezione dell’infanzia.

Hernanes Juventus Carpi

Juventus – Carpi 2-0 video gol, sintesi e highlights Serie A

Riforma pensioni 2016 ultime notizie: Camusso contro Governo, ecco perché la flessibilità in uscita di Nannicini non piace