in

Stephen King, nasce oggi il maestro dell’horror: ecco 5 cose che (forse) non sai su di lui

Nato a Portland, nel sud del Maine il 21 settembre 1947, Stephen King è considerato un genio indiscusso del secondo Novecento. Un talento vero, anche se poco considerato da critici e accademici, un maestro del thriller e dell’horror. I suoi romanzi sono dei veri e propri best seller in tutto il mondo. Ispirato da irrisolti traumi vissuti da bambino, fin da studente Stephen King ha iniziato a scrivere racconti che avevano come elemento comune il rapporto tra paranormale e infanzia. Il romanzo d’esordio? Carrie, pubblicato nel 1974. Da allora soltanto successi: Shining, Misery, La zona morta, Itsolo per citarne alcuni. Scopriamo insieme 5 curiosità su Stephen King. 

Stephen King, un bambino prodigio

L’attività di scrittore comincia già dietro i banchi di scuola. King era addirittura solito vendere i piccoli racconti. Un dollaro l’uno era il prezzo che chiedeva ai suoi compagni di classe. Quando i professori lo scoprirono gli sequestrarono tutti i guadagni. Non deve stupire che Stephen King provasse a guadagnare qualcosa. La sua non era infatti una famiglia agiata: il padre dello scrittore, uscì di casa per una passeggiata e non fece più ritorno. King aveva solo due anni. È stato allevato dalla madre, Nellie Ruth, la quale spesso non riusciva ad arrivare a fine mese.

 

Una vita fatta di eccessi

Il passato di Stephen King è burrascoso: alcool e droghe lo hanno accompagnato per diverso tempo, come ha raccontato lui stesso nel libro On Writing: autobiografia di un mestiere (Sperling & Kupfer). Dal 1980 lo scrittore ha deciso di chiudere con ogni tipo di dipendenza.

Una compagna eccezionale

Stephen King deve il suo successo alla moglie Tabitha. È stata lei, infatti, che ha recuperato dal cestino dei rifiuti il manoscritto di Carrie, il primo romanzo di King. L’uomo lo aveva gettato nella spazzatura, convinto fosse una vera boiata.

Un grave incidente

Il 19 giugno 1999 Stephen King è stato investito da un minivan fuori controllo. L’incidente lo costrinse a un ricovero di tre settimane e a una lunga convalescenza. Ma non tutti sanno che King acquistò per 1600 dollari il veicolo dell’incidente, deciso a distruggerlo con le proprie mani. I suoi avvocati, però, lo fecero demolire prima. Il fatto creò parecchia rabbia nello scrittore.

Lo pseudonimo per testare il proprio talento

Dietro Richard Bachman si nasconde Stephen King. Con questo nome fittizio il genio dell’horror ha scritto libri come L’uomo in fuga. Perché questa scelta? Un modo per vedere se il successo era legato alla qualità del volume o alla sua identità.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

denise pipitone ultime notizie

Denise Pipitone: cade pista impronta mano ma forse c’è un’altra speranza

Foa presidente Rai, Anzaldi (PD): «Violata la legge, pronte le denunce»