in

StonexOne #Galileo recensione, la prova smartphone di UrbanPost Tech

StonexOne è un prodotto che è riuscito a far parlare di sé sin da subito. La sua uscita è stata anticipata non solo grazie al marketing aggressivo portato avanti prima della presentazione ufficiale da Francesco Facchinetti ma anche da un bel po’ di critiche insensate provenienti dai soliti detrattori. Com’era facile immaginare è sui social dove si sono concentrate la maggior parte dei pareri dei clienti, i tanti apprezzamenti da parte di chi ha ordinato il nuovo smartphone ma anche di chi ha espresso un’opinione negativa in merito.
La capacità d’incuriosire di StonexOne è stata premiata tanto che è riuscito in poco tempo a ritagliarsi un posto tra gli smartphone grazie soprattutto al fatto che si tratta di un prodotto ‘Made in Italy’ concepito nel nostro Paese.
Nelle scorse settimane la redazione di UrbanPost Tech ha provato il modello lanciato quest’estate, Stonex One #Galileo, e qui di seguito ha preparato per voi una recensione dettagliata sul device. Cercheremo di fare luce sui pro e sui contro di questo nuovo dispositivo e di mettere in luce gli aspetti più criticati dello smartphone.

Confezione

Il packaging di StonexOne #Galileo è ben studiato e, nota positiva, a differenza delle altre confezioni in commercio, non si apre a confanetto ma a libro. Al suo interno contiene poi dei mini alloggi molto pratici per gli accessori che permettono di riporre in maniera ordinata ogni componente. I componenti aggiuntivi, in questo caso realizzati tutti del colore cardine di Stonex ovvero blu klein. Nella confezione troviamo un cavetto-microUSB piatto, il caricatore, gli auricolari in-ear.

Design e caratteristiche tecniche

StonexOne #Galileo si presenta con un display da 5.5 pollici con risoluzione QHD da 2560 x 1440 pixel, ha una cornice di metallo e scocca di plastica color blu. Su quest’ultima troviamo lo speaker, sul lato sinistro è presente il bilancere del volume mentre sul lato destro è stato posizionato il tasto di accensione e spegnimento.
Al suo interno, a livello hardware, contiene un un processore MediaTek MT6795 64-bit octa-core a 1,95 GHz con 3 GB di RAM. Il comparto fotografico, posizionato sulla parte sinistra della scocca, è invece dotato di flash LED e fotocamera da 21 megapixel. Sulla parte alta, sempre a sinistra, è invece presente l’attacco per inserire le cuffie, più spostato a destra vi è invece la porta microUSB; sul davanti è disposta la fotocamera da 8 megapixel e la capsula auricolare mentre, sul lato inferiore è posizionato il microfono. La memoria interna è di 32 GB ma è espandibile fino a 64 GB.
Come sistema operativo sul modello StonexOne #Galileo che abbiamo utilizzato per la recensione  è installato Android 5.1 Lollipop, build Ciao OS 1.04.

Software

Il s.o. presente su #Galileo è la 5.1 Lollipop. La prima cosa che balza all’occhio sono le icone dal tocco stilizzato che riprendono quelle classiche di Android. Tra le funzionalità aggiunte per ottimizzare l’esperienza utente troviamo la gestione automatica della luminosità del display ma anche la possibilità di programmare l’accensione e di attivare la fotocamera con un semplice gesto. Tra le altre applicazioni sono disponibili la Radio FM, Keep e, per la gestione dei documenti salvati sul dispositivo, il buon File Manager.

Fotocamera

La fotocamera principale posteriore da 21 megapixel funziona abbastanza bene, l’unica pecca a nostro avviso è la lentezza con la quale viene messo a fuoco il soggetto o il paesaggio fotografato. Si presenta invece più che buona la fotocamera anteriore che vanta una definizione da 8 megapixel migliore rispetto alla maggior parte delle fotocamere in circolazione.
Tra le modalità dell’app per scattare foto segnaliamo le opzioni manuali tra cui l’anti-sfarfallio, interessante nei casi di penombra e esposizione non ottimale soprattutto in condizioni di interni non particolarmente illuminati.

Autonomia & Internet

I 3000 mAh disponibili non sono pochi e utilizzando il cellulare per un lasso di tempo pari a tutta la giornata (lavorativa e non) si può beneficiare di un’autonomia quasi ottimale. Abbiamo utilizzato Wi-Fi, gestore di posta elettronica, Facebook, Twitter e WhatsApp contemporaneamente. Anche la navigazione risulta fluida senza scatti. StonexOne #Galileo non delude le aspettative.

 

Conclusioni

StonexOne #Galileo
ha sin da subito attirato l’attenzione sia dei media che del pubblico, da quello più giovane a quello più adulto. Abbiamo preso in considerazione questo smartphone sotto diversi aspetti importanti quali l’estetica, l’hardware e il sistema operativo e siamo arrivati alla conclusione che si tratta di un prodotto interessante, in primis perché fa parte di un progetto più ampio, sottolineiamo, interamente italiano. In seconda battuta possiamo dire di aver apprezzato #Galileo per il design, l’interfaccia ridisegnata e l’originale packaging.
Secondo il nostro punto di vista dovrebbero essere rivisti l’app per scattare fotografie, che non permette di sfruttare al massimo la fotocamera da 21 megapixel, (una delle migliori in circolazione insieme a quella di Sony). Un’altra caratteristica che non abbiamo apprezzato è la back cover, che è sicuramente da ottimizzare soprattutto per rendere ancora più armonioso il design nell’insieme del device.
In definitiva ci sentiamo di considerare StonexOne #Galileo un buon prodotto rispetto agli altri smartphone sul mercato e, in vista del Natale, un buon regalo per amici.

gianmarco valenza

Uomini e Donne gossip, Gianmarco Valenza sfoggia un nuovo tatuaggio

Genoa – Alessandria 1-2 video gol, sintesi e highlights: impresa dei piemontesi