in

Stop al fumo e il consumo di pistacchi migliorano il cuore e la circolazione

In un tempo in cui anche la sigaretta elettronica è sotto esame per verificarne l’effettiva non nocività e, nel frattempo, è vessata di tasse per ricompensare lo Stato con le perdite del monopolio, cari fumatori non vi resta che cercare di smettere di fumare!

smettere di fumare

E dopo esserci riusciti, dedicarvi al consumo assiduo di pistacchi. Questi semi, infatti, sono ricchi di un particolare tipo di vitamina E, che farebbe bene sia al cuore che al sistema circolatorio. Ad affermarlo è un recente studio effettuato da un team di ricercatori dell’Ohio State University (in USA), i quali hanno testato gli effetti del gamma tocoferolo su alcuni soggetti umani fumatori.

Il tocoferolo è uno dei due gruppi in cui si divisa la vitamina E. Questo è un elemento nutriente della vitamina stessa con la caratteristica di potente antisossidante liposolubile. A sua volta, il tocoferoso si divide in quattro tipi: alfa, beta, gamma e delta. Il tipo alfa è quello dalle caratteristiche più vitaminiche, che si trova in tantissimi vegetali, frutta e alcuni tipi di olii (come quello di oliva o di canapa, etc..). Gli altri tocoferoli, dal beta al delta, sono meno importanti dal punto di vista dell’azione vitaminica ma hanno una maggiore capacità antiossidante.

Sarebbe proprio il tocoferolo gamma, contenuto, in particolar modo, nei pistacchi, nei semi di zucca e nell’olio di soia, ad apportare i suddetti benefici all’intero sistema circolatorio. I ricercatori, infatti, hanno diviso un gruppo di 30 volontari (tutti fumatori, con una media di 1o sigarette/die) in due sotto gruppi. A tutti è stato chiesto di smettere di fumare per sette giorni. A uno dei due gruppi, inoltre, sono stati somministrati, in ognuno dei sette giorni, anche dei supplementi di vitamina E.

benessere cuore

Sottoposti tutti quanti ad analisi del sangue, è risultato che i primi 15 volontari, dopo aver smesso di fumare avevano migliorato la circolazione sanguigna del 2,3%. Nei secondi 15 volontari la percentuale saliva addirittura al 3,8% grazie, appunto alla vitamina E.

Il tipo somministrato dai ricercatori è stato, per l’appunto, il gamma tocoferolo, il quale non è presente negli integratori multi-vitaminici o in quelli specifici della vitamina E solitamente messi in commercio. Per beneficiare delle suddette proprietà benefiche bisognerebbe acquistare questa specifica tipologia di vitamina o ricorrere, più comodamente, al consumo di gustosi pistacchi.

Magari, meglio acquistare quelli al naturale, evitando varianti con l’aggiunta di sale. Altrimenti, la pressione schizza in alto e vediamo vanificati gli effetti della benefica vitamina!

Seguici sul nostro canale Telegram

berlsuconi compleanno news crisi con francesca pascale

Francesca Pascale pronta all’altare: “Ora Silvio deve solo dire di sì”

Anticipazioni “Le tre rose di Eva 2” 25 settembre, Aurora indaga sulla morte di Amedeo