in

Stop alle rinunce: il risparmio non è più un sacrificio, ecco delle astuzie

Rifiutare un invito a cena o al cinema con gli amici, affermando con una punta di autocompatimento “no grazie, questa settimana devo risparmiare” rientra nella categoria del sacrificio, non in quella del risparmio. Troppo spesso nella nostra mente “fare economia” è sinonimo di rinunce. Non è cosi: negarsi piccoli piaceri o momenti di socialità che hanno sempre fatto parte della nostra vita quotidiana non solo è dannoso per la nostra salute psicofisica ma comporta anche perdere di vista l’obiettivo principale del risparmio: la riduzione degli sprechi.

risparmiare energia casa spesa

Se risparmiare è diventata una necessità, allora bisogna mettere in pratica una vera e propria strategia al fine migliorare la qualità della nostra evita ed evitare le frustrazioni.

Economia domestica, ovvero come abbattere i consumi energetici. La nostra umile dimora è spesso teatro di sprechi energetici facilmente evitabili con semplici accorgimenti. Innanzitutto l’utilizzo consapevole degli elettrodomestici può davvero fare la differenza: mantenere il frigorifero ad una temperatura tra 1 e 4°C, sbrinare regolarmente il freezer, utilizzare la lavatrice sempre a pieno carico e durante l’orario a tariffa agevolata (19:00 – 08:00), spegnere tutti gli apparecchi invece di lasciarli in stand-by regaleranno un respiro di sollievo al nostro portafoglio.

Ottimizzare la spesa. Può sembrare una banalità ma troppo spesso non facciamo attenzione a quello che compriamo; questo accade soprattutto a causa della fretta: è bene pianificare attentamente (e a stomaco pieno!) quello che ci serve e recarci ad un discount una volta a settimana muniti di un sacchetto riutilizzabile. Oltre al risparmio di carburante si eviteranno parecchi prodotti inutili, i cosiddetti “acquisti d’impulso”.

ottimizzare risparmiare

Un’ulteriore astuzia riguarda la pianificazione del bilancio famigliare: i più tecnologici possono utilizzare alcune App (tra cui Saver) che consento di tenere sotto controllo le proprie finanze monitorando tutte le spese che vengono effettuate.

Infine è importante non commettere l’errore di sopravvalutare il proprio stipendio: la maggior parte delle spese di grosso volume vengono infatti compiute nella settimana successiva alla busta paga ma troppo spesso, vittime dell’effetto “portafoglio pieno”, non teniamo conto dei possibili imprevisti futuri tra cui bollette, spese condominiali e spese mediche.

Seguici sul nostro canale Telegram

cefa piazza maggiore bologna

Tu dove sei? Cefa e i piatti vuoti che riempiranno Piazza Maggiore a Bologna

weride app motociclisti

Weride, la nuovissima app per social-motociclisti