in ,

Strage Cottarelli: la Cassazione annulla la condanna all’ergastolo per i colpevoli

La decisione della Cassazione di annullare la condanna all’ergastolo per i colpevoli della strage Cottarelli ha sorpreso non poco l’opinione pubblica. A otto anni dal triplice omicidio di Brescia, i cugini trapanesi Vito e Salvatore Marino tornano in libertà e il processo per loro è rimandato dinnanzi ad una nuova sezione della Corte di Assise di Appello di Milano.

Angelo Cottarelli, sua moglie Marzenne Topor di 41 anni e il loro figlio Luca di 17 anni, vennero trovati sgozzati e uccisi a colpi di pistola nella loro casa di Brescia il 28 agosto del 2006. Secondo la Procura di Brescia i tre erano stati uccisi per vendetta da Vito Marino e da suo cugino Salvatore nell’ambito di un contrasto sorto tra Vito Marino e Angelo Cottarelli.

Guingamp Fiorentina

Europa League Fiorentina: scelte obbligate per Montella verso la Bielorussia

Concordia: Domnica, elicottero portò via un oggetto dalla nave