in ,

Strage di Bologna 2 agosto 1980, 35esimo anniversario: eventi per non dimenticare

Era il 2 agosto 1980 quando Bologna fu vittima di uno degli attentati più drammatici della storia repubblicana: stiamo parlando della strage alla stazione, il cui ordigno esplosivo provocò la morte di 85 persone e il ferimento di altre 200. Mentre in Senato è stata avviata la discussione sul disegno di legge che introdurrebbe il reato di depistaggio, in occasione del 35esimo anniversario la città continua a chiedere giustizia (non è stata fatta ancora luce sui mandanti della strage) e si stringe attorno attorno ai parenti delle vittime, per non dimenticare quel momento di sangue: ecco il ricco calendario di eventi pensato per preservare la memoria e chiedere responsabilità alla politica.

A partire dalle 6:30 di mattina arriveranno da tutta Italia le staffette podistiche “Per non dimenticare”. Le celebrazioni partono da Palazzo d’Accursio, dove si terrà l’incontro con l’Associazione familiari delle vittime della Strage del 2 agosto; alle ore 9:15 partirà il lungo corteo, che percorrerà via dell’Indipendenza fino a raggiungere Piazza Medaglie d’Oro (ore 10:10), dove è atteso l’intervento di Paolo Bolognesi, Presidente dell’Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna. Seguirà un minuto di silenzio in memoria delle vittime e l’intervento Virginio Merola, sindaco della città.

Alle ore 10.50 al primo binario della stazione verrà deposta una targa che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti, morto nella strage del treno Italicus. Le celebrazioni continuano nel Piazzale Est della stazione, dove alle ore 11:15 partirà il treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro, con la deposizione di corone alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano e l’intervento di varie autorità e associazioni dei familiari. Alle 11.30 altre corone deposte a Piazzale Cotabo (Via Stalingrado 65/13), in ricordo dei tassisti morti il giorno della strage.

In serata le celebrazioni si spostano in Piazza Maggiore (ore 21:15) con il Concorso internazionale di composizione 2 agosto, che vede protagonista l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna intenta a eseguire le composizioni vincitrici, oltre al progetto “Resistenza” a cura di Valerio Corzani, Cinzia Venturoli, Fabrizio Festa e con la voce narrante di Moni Ovadia (il concerto sarà trasmesso da Radio Rai 3 in diretta e il giorno 6 agosto da Rai 5 alle ore 21.15). Al termine verrà proiettato il film prodotto da La Repubblica e Movie Movie“LA LINEA GIALLA – Bologna, 2 agosto”, da un’idea di Aldo Balzanelli e con la partecipazione, tra gli altri, di Ivano Marescotti e Francesco Guccini.

Due le mostre fotografiche in programma: da domani fino al 24 l’agosto l’appuntamento è nella Manica Lunga di Palazzo d’Accursio (piazza Maggiore, 6) con l’esposizione “La memoria del soccorso” a cura del Collegio Infermieri Bologna IPASVI; fino al 10 agosto, invece, sarà la stazione dell’Alta Velocità (via De’ Carracci) a fare da location alla mostra fotografica di Sonia Lenzi in ricordo delle vittime, dal titolo “Avrei potuto essere io”.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

chiesta estradizione per dentista killer di cecil

Cecil: chiesta estradizione e processo per il dentista killer

deep web pedopornografia sequestri

Aggiornamenti pedopornografia online: il deep web è la nuova frontiera dell’illecito