in ,

Strage di Erba, il caso sarà riaperto? Per Azouz Olindo e Rosa sono innocenti

A Pomeriggio 5 oggi si è tornati a parlare della strage di Erba (11 dicembre 2006), alla luce delle recenti dichiarazioni rilasciate, durante una intervista via Skype a Telelombardia, da Azouz Marzouk, che nell’eccidio perse il figlioletto Youssef e la moglie Raffaella Castagna. 

“Olindo e Rosa secondo me sono innocenti” – così Azouz, espulso dall’Italia per una questione di droga e ora residente in Tunisia dove lavora e si è costruito una nuova famiglia – “non sono stati loro a commettere la strage. Ho letto le carte del processo e ho la sensazione che non siano loro i colpevoli. Temo che i veri assassini siano ancora liberi, e ho paura di ritornare in Italia, ho paura che venga fatto del male a mia moglie e le mie figlie  … Ho paura che accada di nuovo ciò che è successo nel 2006”.

Leggi anche Strage di Erba, l’avvocato di Olindo e Rosa: “Chiediamo revisione processo, ecco perché”

Da queste parole si evince dunque che Azouz ricondurrebbe a una vendetta nei suoi riguardi il movente della strage di Erba, dando l’impressione di essere a conoscenza di fatti ‘altri’ mai svelati alla magistratura. Venuti a conoscenza di queste dichiarazioni, Olindo e Rosa Bazzi, che nei mesi scorsi hanno chiesto tramite i loro avvocati che il caso venga riaperto, dichiarandosi innocenti, hanno espresso la volontà di poter incontrare in carcere Azouz Marzouk per chiedergli spiegazioni, per sapere da lui “la verità su questa vicenda”.

dove andare al caldo in inverno

Dove andare al caldo a dicembre e gennaio? 5 mete bellissime da considerare

stagione teatrale 2016/2017

Stagione teatrale 2016/2017, da Footlose al Lago dei Cigni sino a Natalino Balasso: gli appuntamenti imperdibili