in ,

Strage Parigi, Eagles of Death Metal: il racconto dell’orrore al Bataclan

A dieci giorni dalla strage perpetrata dai terroristi dell’Isis dentro la sala concerti parigina Bataclan durante il concerto degli Eagles of Death Metal, Jesse Hughes e Joshua Homme, membri della rock band, hanno deciso di raccontare i drammatici momenti dai quali sono usciti miracolosamente illesi.

Ricostruiscono, ancora in preda al shock, la carneficina di cui sono stati spettatori mentre si stavano esibendo sul palco, quando venerdì 13 novembre le note di “Kiss the devil” sono state interrotte da raffiche di kalashnikov e al silenzio improvviso degli spettatori è seguito il massacro che ha sconvolto l’Europa ed il mondo intero.

“Molte persone si sono nascoste nei nostri camerini, ma i killer sono riusciti a entrare e hanno ucciso tutti, tranne un ragazzino che si era nascosto sotto il mio giubbotto di pelle” – hanno rivelato con voce rotta dal pianto i due componenti della band in un’intervista esclusiva a Vice “La gente si fingeva morta, erano tutti terrorizzati. Il motivo per cui ci sono stati così tanti morti è che tante persone non volevano abbandonare gli amici. In molti hanno fatto da scudo ad altri”.

presepe e mercatini Natale a Greccio

Presepe vivente a Greccio 2015: ecco dove andare a Natale, tra mercatini e tradizione

Allarme Attenato

Lazio – Palermo, allarme attentato in Serie A: zaino incustodito scatena la psicosi