in

Strage Parigi, Speciale Porta a Porta: 4 italiani fra i foreign fighters

Il ministro dell’Interno italiano, Angelino Alfano, in collegamento, in diretta, all’interno dello Speciale Porta a Porta sulla Strage di Parigi, ora in onda su Rai 1, mentre gli ospiti in studio si stavano chiedendo chi fossero gli attentatori francesi e quali fossero i rischi per tutto il mondo, ma soprattutto per l’Italia, ha aggiornato tutti i telespettatori sui 4 italiani che militano fra le fila dei foreign fighters per l’Isis sottolineando come, senza poter dare troppi dettagli, si conoscano: “spostamenti e condizioni di sospettati fondamentalisti in Italia, alcuni li abbiamo già arrestati” ed aggiungendo: “un italiano è morto anno scorso in Siria, qualcuno è in qualche carcere, altri in manicomi criminali, mentre su altri ancora non ci sono certezze”.

Alfano ha ribadito così in prima serata su Rai 1 quanto aveva riferito oggi alla Camera. Nonostante: “Non abbiamo in questo preciso momento segnali che indichino l’Italia o gli interessi italiani come esposti a specifiche ed attuali forme di rischio” dopo quanto avvenuto in Francia è comunque stato disposto: “l’immediato rafforzamento dei dispositivi di protezione e vigilanza”.

Mentre i vari Paesi europei innalzano quindi i loro livelli di attenzione e raddoppiano la sicurezza, pare sempre più chiaro come si debba prestare attenzione anche ai propri connazionali che decidono di convertirsi, si allontanano dalla loro terra di origine per andare ad addestrarsi, e tornano in patria per portare a termine obiettivi strategici di un piano che pare essere quello costruito per una guerra internazionale iniziata con l’11 settembre americano.

caso Yara news madre Massimo Bossetti

Yara Gambirasio, Quarto Grado ultime notizie, la madre di Bosetti: “La scienza sbaglia”

Veronica Panarello, la madre non l'abbandonerà

Andrea Loris Stival Quarto Grado ultime notizie: tre persone sospettate di essere complici della madre