in ,

Strage a Tunisi, la Farnesina conferma: i due dispersi italiani sono morti

La Farnesina ha ufficializzato la notizia che tutti temevamo: le due turiste italiane coinvolte nella strage di ieri al museo del Bardo di Tunisi, e date per disperse fino a qualche istante fa, sono morte. Una è Antonella Sesino, dipendente del Comune di Torino, l’altra è Giuseppina Biella, 70enne di Meda, in Brianza.

“Trovati i corpi di due italiani dispersi. Effettuato un primo riconoscimento fotografico dei due connazionali che finora risultavano irreperibili”, così recita il comunicato. Il riconoscimento delle due vittime ha avuto luogo presso l’obitorio dell’ospedale Charles Nicolle, ed è stato reso possibile grazie al personale dell’Ambasciata a Tunisi e dell’Unità di Crisi.

Salirebbe quindi a 21 il numero delle vittime dell’attacco armato messo in atto dai terroristi islamici ieri a Tunisi, anche se il bilancio non è ancora ufficiale. L’attentato è stato infatti rivendicato dallo stato Islamico, con un tweet di poco fa. Ne dà notizia la direttrice del Site, Rita Katz, che tuttavia sottolinea come non sia stato ancora possibile appurare la veridicità del messaggio. Nel tweet l’Isis omaggia i presunti attentatori uccisi nel blitz delle unità speciali tunisine, Abu Zakarya al-Tunisi e Abu Anas al-Tunisi.

Pensioni 2017 riscatto gratuito della laurea e bonus donne

Riforma pensioni 2015: pensione a 62 anni con 35 di contributi sempre più vicina

Belen Rodriguez single? Notte di fuoco con le amiche