in ,

Stragi di Bruxelles: kamikaze usò identità ex calciatore Inter Ibrahim

Sky Tg 24 riferisce che Khalid El Bakraoui, uno dei fratelli kamikaze suicidi autore dell’esplosione all’interno della stazione della metropolitana di
Maelbeek di Bruxelles, nell’estate 2015 transitò in Italia – atterrò a Treviso su un volo Ryanair – facendo tappa a Treviso e Venezia, per poi dirigersi in Grecia, ad Atene.

La conferma arriva da un dossier della polizia dell’Antiterrorismo, che ha ricostruito i suoi spostamenti, nell’ambito dell’inchiesta sugli attentati di Parigi e Bruxelles. Non solo, per spostarsi ‘indisturbato’ e non destare sospetti, l’attentatore avrebbe fatto ricorso ad un documento falso, utilizzando per l’esattezza l’identità del calciatore professionistaIbrahim Maaroufi, che tra le altre in Italia ha vestito anche la maglia dell’Inter.

Secondo la ricostruzione, il terrorista usò l’identità del calciatore per affittare un appartamento in Rue de Fort a Charleroi, divenuto per un anno uno dei covi del commando delle stragi di Parigi.

The Vampire Diaries 7 anticipazioni, Ian Somerhalder svela: “Morirà”

Bangkok: cosa vedere in tre giorni, da Wat Pho al mercato galleggiante