in

Striscia la Notizia, aggressione a Gimmy Ghione e troupe a Roma Termini

“Striscia la Notizia” voleva denunciare il degrado della stazione Roma Termini. Quel degrado gli si è però ritorto contro: la troupe guidata da Jimmy Ghione è stata infatti aggredita e rapinata durante le riprese del servizio. La vicenda risale alla notte scorsa, intorno alle 22.00-22.30, in via Giolitti, una delle strade prossime alla stazione Roma Termini. Il gruppo di aggressori era composto da un numero di 8/10 persone che, dopo le minacce, sono passate alle percosse contro la malcapitata troupe televisiva.

striscia la notizia

Pare che gli aggressori abbiano intimato all’inviato Jimmy Ghione e ai suoi due operatori di spegnere le telecamere, per poi cominciare a colpirli al volto e alla testa. Durante la colluttazione, uno degli aggressori ha portato via le chiavi dell’automobile con cui la troupe era arrivata sul luogo. Nessun addetto alla sicurezza della stazione Roma Termini era presente. Ciò rende ancora più significativa la denuncia operata da “Striscia la Notizia” contro il degrado di questa stazione, lasciata alla sbando tra rapinatori, spacciatori e senzatetto.

In assenza di personale addetto alla sicurezza, la troupe di “Striscia la Notizia” è stata costretta a recarsi presso il Commissariato di Polizia più vicino. Soltanto quattro aggressori, tutti italiani, sono stati individuati e fermati. Per i primi tre è scattato l’arresto per i reati di violenza privata, danneggiamento e lesioni aggravate, mentre il quarto è stato denunciato.

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

Alessandra Amoroso tra i finalisti Mtv European Music Awards

Alessandra Amoroso vince il Best Italian Act agli Mtv Ema 2014

come risparmiare condividendo i benii

Come risparmiare denaro condividendo beni, servizi, spazi e attività, è l’era della sharing economy