in

Student Act 2017: esonero tasse universitarie e borse di studio, ecco chi riguarda

Lo Student Act 2017 introduce nuove misure in favore degli studenti: dall’esonero dalle tasse universitarie sino alle borse di studio, in questo articolo vi spiegheremo quali saranno tutte le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2017 in supporto ai più giovani.

Con la dicitura Student Act 2017 si intende un piano di investimenti e interventi che – parte della Legge di Stabilità 2017 – entrerà in vigore con l’anno scolastico 2017/2018 e prevederà lo stanziamento di un miliardo di euro per il mondo della scuola, dell’università e della ricerca. L’obiettivo dello Student Act è quello di sostenere economicamente i giovani studenti italiani intenzioni ad iscriversi all’Università, abitudine che sembra essere sempre più in calo. Come anticipato, le misure principali previste da questo pacchetto di interventi sono due, l’istituzione di una “no tax area” e di borse di studio. Ma come funziona e chi potrà richiederle?

>>TUTTE LE ULTIME NOTIZIE DAL MONDO DEL LAVORO<<

L’esonero dalle tasse universitarie è previsto per tutti coloro che, al momento dell’immatricolazione, presentano un reddito familiare ISEE inferiore ai 13mila euro. In questo caso, però, l’esenzione totale è prevista solamente se lo studente ha superato un determinato numero di crediti formativi. Agevolazioni anche per chi presenta un ISEE tra i 13mila e i 25mila euro che, pur non avendo diritto all’esonero dalle tasse universitarie, pagherà proporzionalmente al reddito dichiarato, probabilmente nella misura dell’8%. Per quanto riguarda le borse di studio, lo Student Act porterà l’attuale tetto massimo di sovvenzioni di 4mila euro a 15mila euro, una cifra destinata a coprire anche i costi di vitto e alloggio dello studente. L’assegnazione delle borse di studio sarà di tipo meritocratico e andrà a valutare l’intero percorso di studi fatto durante la scuola secondaria superiore. Potranno fare domanda tutti coloro che hanno un reddito ISEE pari o inferiore a 20mila euro ma anche voti uguali o superiori all’8 negli ultimi tre anni di scuola superiore. Lo Student Act prevede anche il rinnovo del Bonus Cultura, 500 euro destinati ai ragazzi che compiono o hanno compiuto 18 anni da spendere in libri e/o oggetti utili al fine scolastico.

Detto Fatto ricette di oggi

Detto Fatto ricette di oggi 29 novembre 2016: Stefania Corrado e la pera con lamponi e madeleine di ciccolato

Chi l'ha visto puntate

Chi l’ha visto? anticipazioni puntata 30 novembre 2016: Martina, Sissy e Isabella Noventa