in ,

Studente italiano scomparso a Il Cairo: nessuna traccia dal 25 gennaio

C’è grande preoccupazione per Giulio Regeni, lo studente italiano di 28 anni di cui si sono misteriosamente perse le tracce dalla sera del 25 gennaio scorso a Il Cairo, in Egitto, dove è iscritto ad un dottorato di ricerca. Giulio è originario di Fiumicello, in provincia di Udine, è appassionato di studi sul Medio Oriente e nel 2012 e 2013 ha vinto due premi al concorso internazionale “Europa e giovani”. Si trova nella capitale egiziana dal settembre scorso per lavorare ad una tesi sull’economia egiziana.

“L’Ambasciata d’Italia al Cairo e la Farnesina stanno seguendo con la massima attenzione e preoccupazione la vicenda”, fa sapere la Farnesina in una nota, che informa inoltre del colloquio tra il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni “e il suo omologo egiziano Sameh Shoukry, al quale ha richiesto con decisione il massimo impegno per rintracciare il connazionale e per fornire ogni possibile informazione sulla sue condizioni”.

Si teme che la scomparsa del giovane italiano sia collegata alle manifestazioni del 25 gennaio tenutesi a Il Cairo e in altre città egiziane, in occasione del 5° anniversario della rivoluzione che nel 2011 depose il presidente Hosni Mubarak, seguita dalla conquista del potere da parte dei Fratelli Musulmani, destituiti dopo un anno e mezzo dal nuovo regime del generale Sisi.

 

Egitto – Image credit: Shutterstock

Carmelo Anthony basket

Nba news risultati e highlights della notte: Bryant non basta, Anthony annientato da Thompson

attore impiccato Pisa

Teatro Pisa: inscena l’impiccagione e finisce in coma, dubbi sulla volontarietà