in ,

Studente precipitato da hotel: identificato compagno che mise lassativo nella birra

Inizia a sgretolarsi il muro di omertà dietro al quale si sarebbero trincerati i compagni di classe di Domenico Maurantonio, morto nella notte tra sabato e domenica per essere precipitato dal 5° piano dell’Hotel Da Vinci di Milano, dove si trovava in gita con la scuola. Troppi i misteri e le verità omesse attorno a questa vicenda, dubbi insoluti che probabilmente solo gli esami autoptici e tossicologici sul corpo della vittima potranno in parte svelare. Forti sospetti su quegli strani lividi rinvenuti sul suo avambraccio sinistro, secondo gli inquirenti ‘segno’ che qualcuno lo trattenne prima della tragica caduta dal davanzale dell’hotel.

Ma cosa è accaduto davvero in quella stanza d’albergo? Tante birre e forse uno scherzo finito male. Interrogatori fiume vanno avanti da giorni ma al momento nulla di certo è in mano agli inquirenti. L’ipotesi di reato per il quale si indaga è di lesioni colpose ma non è ancora chiaro a carico di chi. Unica indiscrezione emersa è che nella tarda serata di ieri, 15 maggio, sarebbe stato identificato lo studente che avrebbe somministrato del lassativo nella birra di Domenico, dopo una serata trascorsa tutti insieme a bere.

Saranno gli accertamenti medici, ora, a stabilire se la vittima sia stata colta da improvviso attacco di dissenteria che ne avrebbe cagionato la drammatica morte. Domenico quella notte scappò dalla camera presumibilmente in cerca di un bagno, giacché trovò chiuso e/o occupato, a notte fonda, quello della stanza dove alloggiava. Perché? I suoi compagni non hanno saputo rispondere a questa domanda e ciò farebbe aumentare i sospetti degli inquirenti.

Darder calciomercato Inter

Calciomercato Inter ultimissime: Sergi Darder nome nuovo per la mediana

Calciomercato Juventus

Calciomercato Juventus: Dybala è il primo colpo per la nuova stagione