in ,

Studente precipitato dal quinto piano: per i pm la caduta non è accidentale

Nuove ipotesi sulla morte di Domenico Maurantonio, lo studente del liceo scientifico di Padova “Ippolito Nievo” precipitato la scorsa domenica dal quinto piano dell’Hotel Da Vinci di Bruzzano, dove la sua classe pernottava per una gita scolastica all’Expo. Secondo i pm la caduta del giovane non sarebbe accidentale: molto probabilmente sarebbe il frutto di una goliardata finita male.

Dai lividi rinvenuti sulle braccia del ragazzo sembra infatti che qualcuno avesse tentato di trattenerlo prima della caduta. A seguito dell’incidente i presenti sarebbero poi scappati, poiché il corpo è stato ritrovato alcune ore dopo. Si è in cerca dei testimoni della tragedia.

Sembra dunque difficile sostenere che lo studente si sia tolto la vita volontariamente: non aveva problemi psicologici, aveva una fidanzata  e non assumeva droghe. L’altezza della finestra da cui è precipitato (il davanzale dista da terra 1 metro e 10 cm) diminuisce la possibilità questa ipotesi.

appunti segreti padre Gratien

Guerrina Piscaglia, appunti segreti di padre Gratien: nuovi agghiaccianti dettagli

Manager cinese morde mano a finanziere

Expo 2015 news: morde mano a finanziere, arrestata manager cinese