in ,

Studente precipitato in gita, ultime news: Domenico non salì da solo sul davanzale

Vanno avanti senza sosta le indagini sulla morte di Domenico Maurantonio, lo studente di 19 anni volato dal quinto piano dell’hotel da Vinci di Milano nella notte tra sabato e domenica scorsi. Al vaglio degli inquirenti una serie di “comportamenti anomali” del giovane ed alcuni suoi compagni di classe, che a breve potrebbero essere risentiti per chiarire alcune incongruenze riscontrate nei loro racconti.

L’ipotesi investigativa che starebbe prendendo piede nelle ultime ore è che il ragazzo non sia salito da solo sul davanzale della finestra da cui è precipitato. Si ipotizza che lo studente padovano sia stato vittima di vessazioni quella sera in cui lui e i suoi compagni avrebbero bevuto notevoli quantità di alcol, culminate in uno scherzo pesante finito in tragedia.

C’è da capire, inoltre, come Domenico sia riuscito a salire, in preda ad un presunto attacco di dissenteria, da solo sul davanzale della finestra dell’hotel la cui altezza è di 1 m e 10 cm per 40 cm di profondità. Tanto meno è verosimile l’eventualità che sia inciampato e scivolato giù da solo. Qualcuno lo ha spinto? Chi c’era con lui tra le 5,20 e le 7,30 di domenica scorsa, 10 maggio? Questi gli interrogativi ai quali gli inquirenti milanesi dovranno trovare una risposta, in attesa che arrivino elementi utili alle indagini dagli accertamenti medico-legali e dagli esami tossicologici sul corpo della vittima, attesi tra circa una settimana.

Stella Rossa-Sassuolo probabili formazioni Europa League

Sassuolo – Milan risultato finale: 3-2 higlights e video gol, Berardi mattatore

50 sfumature di nero

50 sfumature di nero, Jamie Dornan: sempre con il sacchetto di nylon rosa carne