in ,

Studente precipitato a Milano, verità shock dalle analisi: poco alcol e nessun lassativo

Sono emerse le prime indiscrezioni circa l’esito delle analisi tossicologiche sul cadavere di Domenico Maurantonio, lo studente padovano di 19 anni morto per essere precipitato dal 5° piano di un hotel di Milano, all’alba del 10 maggio scorso. Ebbene, i primi risultati dei test medici sul corpo avrebbero rivelato la presenza di poco alcol nel sangue e la totale assenza di lassativo, contrariamente a quanto ipotizzato dagli inquirenti all’inizio delle indagini.

Si tratta di test preliminari, giacché la relazione medica definitiva da cui emergeranno dati più completi e circostanziati non è stata ancora consegnata alla Procura. Sembrerebbe tuttavia fuor di dubbio che il ragazzo al momento della caduta avesse un tasso alcolemico elevato tale da giustificare uno stato di ubriachezza e semincoscienza.

Aveva bevuto ma non in maniera smodata, e ciò avvalorerebbe la tesi secondo cui Domenico sarebbe caduto dalla finestra in seguito ad uno scherzo tra compagni culminato in tragedia. Secondo quanto trapelato, inoltre, per gli investigatori difficilmente con un simile quantitativo di alcol lo studente avrebbe potuto perdere conoscenza e precipitare, da solo, dal quinto piano dell’hotel in cui alloggiava con professori e compagni di scuola.

Liu Jo lavora con noi 2015

Liu Jo lavora con noi 2015: ecco le posizioni aperte a Modena

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 22 maggio: caso Guerrina Piscaglia news