in

Studio austriaco rivela: vegetariani più depressi ed esposti a malattie

Un recente studio austriaco ha rivelato che le persone che hanno deciso di condurre una dieta vegetariana, rinunciando quindi ad assumere carne animale e suoi derivati, oltre ad essere maggiormente esposte al rischio di malattie, sono anche più depresse.dieta vegetariana

I dati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Plos One, e spiegano che i vegetariani di tutto il mondo – cinque milioni solo in Italia – mostrano la tendenza a sviluppare allergie, a contrarre disturbi mentali e tumori rispetto a coloro che assumono anche la carne, in una dieta equilibrata che includa anche frutta e verdura. L’équipe medica dell’Universita’ di Graz che ha condotto lo studio si è avvalsa di dati frutto di un sondaggio periodico sullo stato genearale di salute della popolazione, effettuato dall’Austrian Health Interview Survey, secondo cui lo stile di vita di chi sposa una dieta vegetariana, benché più attivo e con minor tendenza a vizi come fumo e alcol, è comunque precario. I soggetti in questione, infatti, anche se giovano di un indice di massa corporea più basso rispetto a chi consuma anche la carne e i grassi animali, soffrono però di stati d’ansia e depressione frequenti, manifestano allergie ed intolleranze e, questo è l’aspetto più preoccupante emerso, hanno il 50% di possibilità in più di ammalarsi di cancro o di essere colpiti da infarto.

Lo studio merita certamente di essere approfondito, a detta degli studiosi che se ne sono occupati i quali, tuttavia, dall’analisi dei dati sono giunti anche ad un’altra conclusione, secondo la quale il basso consumo di grassi animali è correlato ad una scarsa propensione alla pratica della prevenzione tra cui la vaccinazione.

Gianluigi Nuzzi

Anticipazioni Quarto Grado 4 aprile: il giallo di Garlasco

Pablo Daniel Osvaldo (Juve) facebook

Europa League: La Juve vince sul Lione ed Osvaldo si esalta (Video)