in ,

Stupro Rimini ultime news: il branco composto da Nordafricani sotto i 30 anni

La Polizia sta cercando di chiudere il cerchio attorno al branco che la notte del 25 agosto ha aggredito una coppia di turisti polacchi in spiaggia a Miramare di Rimini, picchiando lui e violentando lei. I responsabili dell’aggressione e dello stupro sarebbero quattro Nordafricani, tutti sotto i 30 anni, e conoscerebbero bene le strade riminesi.

Leggi anche —> Rimini, il drammatico racconto dello stupro in spiaggia

Stupro Rimini ultime news: la caccia al branco

Ma se l’identikit degli aggressori ora è più chiaro, non è affatto chiaro che fine abbiano fatto dopo la notte di violenze, conclusa poi con una seconda violenza sessuale ai danni di un trans Peruviano che si prostituiva sulla vicina statale Adriatica. La squadra mobile della Questura di Rimini ieri ha setacciato il lungomare di Miramare, i locali notturni, le colonie abbandonate e le vie traverse della Statale 16. Ogni pista viene battuta per cercare di rintracciare ai responsabili. Possono tornare molto utili i filmati di alcune telecamere di sicurezza già acquisiti e visionati dagli inquirenti.

Stupro Rimini ultime news: chi sono i membri del branco e dove si nascondono?

Nordafricani, anzi, maghrebini. Molto probabilmente non da molto nella zona di Rimini, ma dediti allo spaccio, forse ospitati o coperti da qualche connazionale. Il loro rifugio potrebbe essere ovunque lungo la costa, all’interno di una delle centinaia di colonie abbandonate, strutture in degrado che da Cesenatico a Riccione costellano il litorale. La loro difficile gestione è al centro di polemiche furiose tra i sindaci della Rivera e le proprietà, che spesso sono di altri enti o di comuni fuori regione. Una di queste strutture potrebbe essere il covo del branco ed è per questo che la Mobile sta battendo a tappeto la zona da Miramare verso sud, in direzione Fogliano Marina e Riccione, dove sorgono alcune colonie abbandonate che già in passato hanno ospitato senza fissa dimora.

Stupro Rimini ultime news: il racconto delle due vittime

Ieri i due giovani polacchi vittime della violenza, ancora ricoverati all’ospedale “degli Infermi” di Rimini, sono stati riascoltati dagli investigatori. Secondo quanto emerso, i ragazzi avrebbero sentito i quattro aggressori parlare in un inglese stentato. I quattro avrebbero offerto loro da bere, quindi una sigaretta, infine avrebbero chiesto loro dei soldi. Al rifiuto della coppia, lui è stato colpito in testa con una bottigliata, lei invece è stata trascinata su un pattino che era nei pressi del luogo dell’aggressione e violentata a turno dai quattro uomini. Quindi sarebbe stata spinta verso la battigia, da cui si sarebbe rialzata solo dopo diversi minuti.

 

Beginners facebook

Programmi tv 28 agosto 2017: Europeo Pallavolo Italia-Repubblica Ceca, Notting Hill, Jem e le holograms e Beginners

Scadenze fiscali settembre 2017

Scadenze fiscali settembre 2017: dallo Spesometro a Iva e Irpef, tutte le ultimissime