in ,

Suarez sul morso a Chiellini: “E’ un provocatore ma oggi non lo rifarei”

Sono passati ben 10 mesi dall’eliminazione dai mondiali di Brasile 2014 e in particolare dalla sconfitta di Italia-Uruguay, match che fu segnato dall’ormai celebre morso dell’attaccante Luis Suarez a Giorgio Chiellini; la punta del Barcellona è tornata a parlare dell’avvenimento dopo mesi di silenzio ma piuttosto che calmare le acque ha preferito agitarle.

Secondo l’ex Liverpool infatti, gran parte della colpa sarebbe da imputare al carattere da provocatore del difensore della Juventus; Suarez lo ha definito “fastidioso e irritante”, caratteristiche che avrebbero portato l’attaccante uruguaiano a compiere quel gesto così eclatante. Parole che lasciano effettivamente perplessi, anche se lo stesso Suarez ha ammesso che oggi non rifarebbe la stessa cosa; di seguito vi riportiamo le sue parole, tratte da Gazzetta dello Sport:

“È un difensore che provoca e t’infastidisce, Chiellini è un giocatore irritante come Ivanovic .Un difensore irritante, uno che ti provoca sempre durante una partita. Continuo a ricevere l’aiuto di alcune persone, in parte è stata colpa mia perché prima di fronte alle provocazioni invece di andarmene restavo lì. Anche adesso ci sono situazioni simili che mi infastidiscono ma ora riesco a far finta di niente e me ne vado: mi sento più intelligente”.

omicidio suicidio

Agrigento, uomo uccide la moglie e si toglie la vita

Laurent Stefanini

Parigi, l’ambasciatore per la Santa Sede è omosessuale: il Vaticano gli nega l’accredito