in ,

Succhiarsi il pollice e mangiarsi le unghie: gli effetti positivi secondo la scienza

E se fosse arrivato il momento di “riabilitare” almeno in parte due tra i vizi dei bambini più odiati dai genitori? A quanto pare infatti succhiarsi il pollice e mangiarsi le unghie fin da piccoli ridurrebbe il rischio di incorrere durante la crescita in alcuni tipi di allergie. A dimostrarlo attraverso una ricerca scientifica portata avanti su un campione di 1037 persone l’Università di Otago in Nuova Zelanda che, al termine delle ricerche, ha pubblicato uno studio sul tema sulla nota rivista scientifica Pediatrics: ecco che cosa ne hanno ricavato.

Gli autori della ricerca avrebbero infatti interrogato i genitori delle persone prese in esame per sapere se da piccoli avessero questi vizi, mangiarsi le unghie e succhiare il polline, in diverse fasce d’età: a 5, 7, 9 e 11 anni. Successivamente sono stati fatti dei test sulle allergie più comuni in due diversi periodi della loro vita: a 13 e a 32 anni.

Il risultato della ricerca spiegherebbe come i bambini che, in queste fasce d’età, si succhiavano il pollice e si mangiavano le unghie, rispetto ai loro coetanei liberi da questi vizi avrebbero registrato una minore prevalenza di sensibilizzazione agli allergeni, già all’età di 13 anni: 38% contro 49% ma il dato più rilevante è stato scovato in chi da piccolo aveva entrambi questi vizi: aveva un rischio di incorrere in allergie ancora minore, del 31%. Davvero sorprendente il fatto che questa “immunità” sia perdurata nell’arco degli anni: i risultati infatti sono stati confermati quando, dai test effettuati sulle stesse persone a 32 anni, l’effetto protettivi di questi due vizi era ancora presente e le persone in esame non avevano mostrato segni di nuove allergie. Quale la spiegazione dei ricercatori davanti a questi risultati? Sembrerebbe che questi due vizi, succhiarsi il pollice e mangiarsi le unghie, esporrebbe fin dalla più tenera età i bambini a germi e batteri che con il tempo renderebbe il loro sistema immunitario più forte di fronte agli allergeni, in particolare a acari della polvere, erba, muffe e pelo di animali.

disastro ferroviario puglia indagati

Chi sono le vittime dell’incidente ferroviario in Puglia

Depressione effetti frutta e verdura

Depressione: quali effetti hanno frutta e verdura sul nostro umore?