in ,

Suicidio da Videopoker di un 19enne: “Mamma ho dilapidato tutto”

E’ accaduto ad Ischia, precisamente a Barano d’Ischia, dove un 19enne si è suicidato lanciandosi nel vuotodal promontorio dove si trova il piazzale della chiesa del Soccorso, a Forio. Un volo di 50 metri, terminato con il devastante schianto sugli scogli. La motivazione risiederebbe, stando al biglietto lasciato dal giovane, nella febbre da videopoker che l’ha assalito inducendolo in uno stato di grave dipendenza. A causa di tale malattia, ormai la dipendenza generata dal gioco d’azzardo è stata infatti riconosciuta come una e propria patologia chiamata ludopatia, il ragazzo avrebbe dilapidato tutti i propri soldi.

19enne ischia

Il giovane, prima del gesto tragico, ha lasciato un biglietto nel quale chiedeva scusa alla madre per aver perso tutti i soldi ai videopoker. A ritrovare il corpo esangue del suicida, sulla banchina del Soccorso, sono stati alcuni pescatori della zona, di ritorno dalla consueta battuta di pesca notturna, intorno alle 8.15. L’orrendo spettacolo si è parato davanti ai loro occhi che hanno provveduto ad avvisare le autorità.

I primi ad accorrere sono stati i vigili urbani; stando alle prime rilevazioni e ricostruzioni, la morte del ragazzo dovrebbe essere avvenuta intorno alle 5.30. Probabilmente il giovane ha perso la vita immediatamente dopo la collisione con gli scogli considerando l’altezza dalla quale si è gettato e la spigolosità dei sassi sui quali è caduto.

Duncan James è gay: coming out per il cantante sex symbol dei Blue

spina mandela

Nelson Mandela ci ha già lasciato: versa in stato vegetativo permanente, staccare la spina?