in

Superman l’Uomo d’Acciaio o il Nuovo Lazzaro, ecco il Trailer

L’uomo d’acciaio (Man of steel) è l’ennesimo reeboot dedicato alle avventure di Superman, uno dei super eroi più longevi, in attività dal 1932, quando nacque dalle menti e dalle matite di Jery Siegel e Joe Shuster.

Abbiamo visto i film al cinema e poi in TV, quelli interpretati da Christopher Reeve; quindi le varie serie Lois & Clark, Smallville.
Infine il personaggio è stato rilanciato nel 2006 con la pellicola diretta da Bryan Singer (X Men, I soliti sospetti), di cui era già stato messo in cantiere l’immancabile sequel; sennonchè la Warner Bross decise di ricominciare da capo con il franchise, visti gli scarsi incassi al botteghino e l’immagine dell’eroe che non piaceva ai dirigenti della Warner.
Jeff Robinov, dirigente Warner, dichiarò al Wall Street Journal che “non piacque ai dirigenti della major… [il film] non caratterizzava il personaggiò così come volevamo che fosse”.

E così a distanza di 7 anni, questo Lazzaro dello schermo risorge dalle sue ceneri e ricomincia da capo. Lo abbiamo chiamato Ciclone, Nembo Kid, quindi La Macchia (Smallville) e adesso ritorniamo alle origini, al suo essere più resistente dell’acciaio con il film Man of steel di Zack Snyder.

Prodotto da Christopher “Cavaliere Oscuro” Nolan e dalla moglie Emma Thomas insieme a Charles Roven e Deborah Snyder, si basa sulla sceneggiatura di David S.Goyer (Il terrore della sesta luna, Dark city). Goyer si muove a suo agio nel mondo dei super eroi, infatti ha collaborato recentemente proprio con Nolan per Il cavaliere oscuro – Il ritorno ma già in passato si era cimentato con Nick Fury, Blade, Il corvo.

E proprio come una resurrezione anche qui si ricomincia da capo. Il film non è un sequel di altre pellicole, è un nuovo affresco sulla vita di Kal-El, una storia completamente nuova, inserita in un contesto contemporaneo, così come è già stato fatto per la trilogia di Batman.

Peccato perchè personalmente il Lex Luthor interpretato da Kevin Spacey mi era piaciuto molto e non sfigurava affatto accanto a quello sopra le righe di Gene Hackman.
In Man of steal non ci sarà Lex ma un altro super cattivo che ha già dato del filo da torcere a Supermam, il Generale Zod.

Sulla storia non c’è da dire molto, è nota: Kal-El arriva neonato sulla Terra, alieno in fuga da un mondo morente. Crescendo diventerà un giornalista, professione che copre la sua identità segreta di uomo d’acciaio, che protegge la Terra da tutte le minacce.

Il cast è ricco: Henry Cavill è il protagonista. Il film più famoso al quale ha partecipato è Basta che funzioni di Woody Allen ma sono sicuro che grazie a questa parte acquisterà presto maggiore notorietà. Al suo fianco c’è Amy Adams (On the road, The fighter, Miss Pettigrew) nei panni di Lois Lane. Il padre biologico di Superman ha la faccia del “gladiatore” Russell Crowe, mentre i Kent sono
impersonati da Kevin Costner e Diane Lane.
Il crudele Generale Zod è Michael Shannon, mentre Laurence Fishburne (Matrix) è il direttore generale del Planet, Perry White.

Dietro la macchina da presa il bravo Zack Snyder, abile artigiano a suo agio con il mondo dei fumetti e dei super eroi, che ci ha regalato quel capolavoro di Watchmen ed è riuscito a rendere le atmosfere di Miller anche nel coinvolgente Trecento.

E adesso godiamoci il trailer in attesa del film che uscirà (salvo ritardi) il 20 giugno 2013.

Written by Federico Elboni

Laureato in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Pisa, appassionato di tecnologia (del mondo Apple in particolare), letteratura, psicologia e fotografia, amante del cinema e operatore cinematografico da anni, prima dell'avvento del digitale.
Su Urban Post si occupa di Cinema.
Lavora come project e content manager.

Mika è il nuovo giudice di X Factor

Beautiful in Italia: la prima puntata in Puglia ad Aprile